Che cos'è l'amore…15

di admin

L’estate se ne va. E con i suoi raggi di luce il sole di Settembre illumina il ritorno alle nostre solite vite. Oggi rivedrò Serena, la mia migliore amica. Quest’estate è stata la prima che abbiamo passato lontane. Suono il campanello e apre Danilo, il fratello di Serena.
_ Ciao,Danilo!_ dico con la mia solita euforia.
_Ciao!_ dice imbarazzato. Che cos’ho che non va? Ho i capelli arruffati? La matita sbavata?
_ Perchè mi guardi così?_
_ Sei diversa!_
Lancio un occhiata allo specchio di fronte la porta. No, non ho nulla che non va. Boh sarò cambiata come dice lui!
_ Già anche tu! E’ un estate che non ci si vedeva!_ dico accennando un sorriso.
Riesco in tempo a finire la frase, quando  qualcuno mi arriva addosso.
_Manu!_ grida Sere. Quanto mi è mancata!
_No, ti sei tinta i capelli di viola? Come hai potuto?_ dice come se avessi fatto chissachè!
_Non ti piacciono?_
_Te li dovevo tingere io ricordi?_ dice come se questo l’avesse offesa.
_Dai, puoi sempre farmi la piastra ogni giorno come sempre! Tu sei la mia parrucchiera personale!_ esclamo disinvolta.
_Già! Dani che stai lì a guardarla, non devono venire i tuoi amici? Ciao?_
Lui mi guarda ancora in quel modo. Oddio ma sono cambiata così tanto?
Vado in camera di Sere e mi butto sul letto. E’ come l’avevo lasciata. La sua camera è sempre stata il nostro posto speciale.
Si perchè è il nostro piccolo mondo dove sognare parlare e scherzare senza che nessuno ci disturbi,tranne quando ci sono gli amici di Danilo.
_ Manu ma allora? Com’era Londra?_ mi domanda sgranando i suoi occhi castani.
Il viaggio studio a Londra è stato bellissimo pensavo avrei finalmente incontrato un ragazzo adatto a me ma ogni volta è sempre la solita storia.
Nessuno è adatto a me. Perchè sono così strana?
_ Fantastico! Ho conosciuto un tipo troppo carino ma sai gli inglesi non fanno per me!_
_ Che ce ne sia uno fatto per te?_ dice con il suo solito sarcasmo.
_ Hei ma con Carmine?_ spero solo che si sia fatta avanti quest’estate. E’ andata in vacanza con Danilo e i suoi amici, tra cui il suo amato Carmine.
_ Domanda di riserva? Manu non ci riesco ha quegli occhi di ghiaccio che ti fulminano! E poi mi vede ancora come una bambina!_
_ No Sere, è da tre anni che mi tormenti con la storia di Carmine o glielo dici tu o glielo dico io!_
_Sarebbe una minaccia?_
_Si!_
Sbuffa. Poi sentiamo aprire la porta. E’ Danilo.
_ E’ mamma al telefono dice che ti deve parlare!_
Sere va a rispondere al telefono. Io entro nella camera di Danilo. Sta suonando la batteria. Si o come la chiama spesso "la sua bimba". E’ migliorato durante l’estate penso. Alcune volte mi siedevo sul suo letto e lo ascoltavo suonare assieme a Sere. Lei non lo vuole ammettere ma è diventato bravo. Quando suona si concentra talmente tanto che entra in un mondo parallelo. Esistono solo lui e la batteria. In sottofondo c’è una canzone che ha composto con la sua band, si chiama "Make up your own mind". Canticchio qualche parola a furia di sentirla l’ho anche imparata a memoria. Finisce di suonare. Rimane in trance a guardarmi forse non si è accorto che ero qui.
_ Hei sei migliorato!_
_ Già! La prossima settimana ci esibiamo in un locale. Vieni a vederci?_
_ Ok!_
Lo guardo attentamente. ha i capelli più lunghi e schiariti dal sole. E’ magro come al solito. La cosa che gli ho sempre invidiato, può mangiare un sacco senza prendere neanche un chilo. Ha fatto un tatuaggio al braccio sinistro, una chiave di violino.
_ Hei ma quel tatuaggio?_
_ Ah questo! L’ho fatto quest’estate. Ti piace? Serena dice che sembro un camionista!_
Scoppiamo tutte e due a ridere. In quell’istante sento qualcosa dentro. Ho parlato tante volte con lui. Ma è come se adesso quel Danilo avesse qualcosa di diverso. Quel sorriso adesso è come se fosse un diamante che brilla davanti ai miei occhi. Non me ne ero mai accorta finora  forse perchè guardavo ma in realtà non vedevo.
_Posso toccarlo?_ chiedo con un velo di malizia.
Mi avvicino a lui.  Il mio dito traccia i contorni del suo tatuaggio. Poi incrocio il suo sguardo e mi allontano un pò imbarazzata.
Sere entra in quel preciso momento.
_Hei ecco dov’eri finita! Hei pronto siete ancora sul pianeta terra?_
Io e lui ci guardiamo per un attimo. Poi ritorno in camera con Sere. Le racconto i minimi dettagli della mia estate. Lei ascolta senza fiatare. Ma fa delle smorfie assurde. E’ questo quello che adoro di lei sa ascoltare ma allo stesso mi tempo mi fa ridere sempre! Però sento ancora una strana sensazione! Oddio cos’è? Forse so la risposta.
E’ amore. Bè ecco cos’è l’amore. E’ un attimo. E’ l’attimo in cui senti qualcosa spaccarsi dentro di te. Quando guardi quel qualcuno con occhi diversi. Quando staresti ore ed ore a fissarlo. Quando non vedi l’ora
di tornare il giorno dopo solamente per rivederlo. Quando capisci che forse avevi sprecato solamente del tempo a cercare l’amore perchè lui era già li accanto a te. Ma l’amore può essere anche il rivedere la tua migliore amica. Sentire quell’indescrivibile gioia dentro perchè quando non sei con lei niente è lo stesso. Guardarla e vedere com’è cambiata ma anche capire che è rimasta quella di sempre. Questo è l’amore!

To Be Continued…

(Manuela R., Catania -CT)

Ti piace questo racconto d’amore? Vota l’articolo con le stelline (in fondo alla pagina) e aiuterai Manuela a vincere il concorso "Che cos’è l’amore"!

Per info leggi il regolamento cliccando qui