Borse leggere per le scampagnate

di admin

Che sia una scampagnata allegra e spensierata con un chiassoso gruppo di amici al seguito, una gita in scooter, o un romanticissimo pic nic sull’erba col vostro boy, la borsa come accessorio vi accompagnerà sempre.

In genere, poi, le borse di noi ragazze, finiscono spesso per ospitare anche le chiavi e il cellulare del fidanzato; ecco perché è necessario fronteggiare queste emergenze organizzandosi con una borsa leggera e capiente, che possa contenere due panini, una bibita e uno snack ma anche e soprattutto, i tesori che vi lascerà in custodia il vostro lui. Si sa, nella borsa della donna c’è tutto il suo mondo: ecco perché nel caso di trasferte fuori porta, è necessario che questo mondo venga con noi!
La borsa deputata per le scampagnate, ovviamente, è quella di paglia.

Coccinelle per esempio ne ha create di bellissime: borse di paglia intrecciata, cucita con maestria da esperti Coccinelle che realizzano con la paglia vere e proprie opere d’arte. Le borse di paglia, grazie al materiale naturale con cui vengono realizzate, suscitano in chi le “indossa”, in chi le tiene sotto braccio o le porta a mano e in chi le ammira, sensazioni di naturalezza, grazia, semplicità.

La collezione Coccinelle di borse di paglia è davvero vasta e permette anche a chi preferisce farsi notare per l’eleganza di non rinunciare ad un accessorio così originale e piacevole da guardare e portare sempre con sé, non al mare o in campagna ma anche in città, se lo desiderate!

Ancora paglia per le meravigliose creazioni de Le Gaetane, rivisitazione dell’antica sporta per la spesa, tipica delle donne di Gaeta, appunto: queste borse sono creazioni uniche nelle forme, nei colori e nelle decorazioni, tutte eseguite da me a mano e singolarmente – dice Sara Benek nel suo sito web – Nessuna borsa è uguale ad un’altra e possono essere personalizzate e preparate seguendo esigenze e gusti del cliente stesso, usando materiali vecchi e nuovi e trasformandoli attraverso passamanerie, fiori, Swarovski ed accessori vari.

Cambiando genere, le meno romantiche potrebbero tranquillamente scegliere fra borse colorate e dai tessuti moderni, viranti al design e all’attualità, più che al messaggio che si vuole comunicare.

Se voleste imitare la trendy Keira Knightly (al braccio della quale è stata avvistata), non dovreste farvi lasciar scappare la “Plastic bag Rehab” by Method, la borsa eco-chic meglio definita come la borsa non borsa di plastica”, svenduta a un prezzo irrisorio un paio di stagioni fa, portava con sé un messaggio piuttosto importante e voleva sostituirsi al sacchetto di plastica, inquinante e non riciclabile, per fare la spesa.

La borsa è ripiegabile come un k-way, quindi potete anche tirarla fuori al momento opportuno o farla sparire nel caso non servisse più. Per continuare su questa scia di ribellione, si potrebbe anche dire “basta” ai grandi stilisti! Ecco a voi la Fake bag di Zinoo Park, shopping bag reversibili con immagini a tinte forti di modelli classici di borse (must have firmate da grandi stilisti), come quella nell’immagine di Louis Vuitton in vendita su Designboom.

Ma la regina incontrastata della comodità e dei tessuti, rimane sempre lei, Mandarina Duck: Fluidità delle forme, leggerezza, aspetto naturale dei materiali sono il concept della collezione della famosa casa per la primavera estate 2008. Il focus è sulla pulizia di forme e linee, su materiali morbidi e piacevoli, sempre glossy e divertenti.

La tendenza, poi, è sulle borse grandi e capienti, big size, insomma, per far fronte ad ogni tipo di organizzazione “capiente”! Nate, poi, dalla fusione tra Mandarina e Y’s, (logo d’abbigliamento e accessori che fa capo allo stilista giapponese Yohji Yamamoto), le borse e gli accessori denominati Y’s Mandarina. Non solamente borse, quindi, ma veri e propri prolungamenti del corpo, sacche oversize che si annodano attorno a noi con movimenti morbidi e avvolgenti.

La ricerca sulla vestibilità, infatti, è altissima e l’adattabilità del singolo pezzo alle forme del corpo agevolano i movimenti naturali. Le proposte presentate alle ultime sfilate, infatti, sono in sintonia con la vita che conduciamo: ragazze che viaggiano, vanno in motorino ma che hanno bisogno di una sorta di valigiona da portarsi dietro anche per una bucolica uscita primarile!

Articoli Correlati