Blue Whale: Instagram invita i suoi utenti a chiedere aiuto e non restare in silenzio!

di Alessia Bisini

Che cosa fosse la Blue Whale Challenge nel dettaglio, ve lo abbiamo spiegato recentemente in un articolo che potete trovare cliccando qui. Per comprendere questo fenomeno, nato per mano di uno studente 22enne di nome Philipp Budeikin, è bene fare un salto indietro. Lo scorso 14 maggio è andato in onda a Le Iene, popolare trasmissione televisiva di Italia 1, un servizio a dire poco agghiacciante legato a questa nuova “moda” che solo in Russia, negli ultimi tempi, ha spinto al suicidio ben 157 giovani.

La mente malata dietro a questo infernale gioco è il 22enne studente di psicologia Philipp Budeikin, è stato arrestato pochi giorni fa e  ha rivelato agli agenti le sue reali intenzioni in un delirio di onnipotenza da film horror:

Ci sono le persone e gli scarti biologici. Io selezionavo gli scarti biologici, quelli più facilmente manipolabili, che avrebbero fatto solo danni a loro stessi e alla società. Li ho spinti al suicidio per purificare la nostra società «Ho fatto morire quelle adolescenti, ma erano felici di farlo. Per la prima volta avevo dato loro tutto quello che non avevano avuto nelle loro vite: calore, comprensione, importanza.

La Blue Whale Challenge consiste in un macabro gioco, dietro al quale ci sono persone senza scrupoli che manipolano le menti dei più giovani e quindi anche di coloro che sono più sensibili, istigandoli a compiere atti di autolesionismo o persino suicidi. Questi individui vengono definiti curatori e sono in grado di dettare le regole del gioco. Questa terribile moda sembra essersi diffusa cn grande rapidità in tutto il mondo ed è per questo motivo che Instagram ha scelto di essere coinvolto in prima linea nel dare una mano a chi diventa una vera e propria vittima di un labirinto senza fuga, la cui unica vera ( e disperata) via d’uscita, viene incarnata proprio dal suicidio.

“Questa sfida sta sfuggendo di mano. Deve essere fermata.” hanno scritto numerosi utenti sul popolare social network, invitando chiunque si trovi in seria difficoltà, o che comunque sia implicato con la Blue Whale Challenge, a chiedere aiuto.

 

Avete sentito anche voi parlare della Blue Whale Challenge? Cosa ne pensate della chiara presa di posizione di Instagram? 

Articoli Correlati