Attentato a Barcellona: Facebook attiva il safety check e la Farnesina il numero di emergenza per gli italiani

di Alberto Muraro
Barcellona - Parc Guell

Speravamo che l’incubo fosse finito, eravamo convinti che la follia terrorista dopo quanto accaduto nei mesi scorsi non avrebbe mai più colpito le nostre città: e invece anche oggi, 17 agosto, un furgone guidato da un uomo senza pietà è piombato sulla folla nella centralissima Rambla, la principale strada dello shopping di Barcellona, colma di turisti.

Il furgone ha iniziato la sua folle corsa da Plaça de Catalunya e ha terminato il suo tragitto intorno al Mercado de la Boqueria, uno dei luoghi più celebri e caratteristici della città: i due uomini presenti al suo interno, dopo aver ucciso almeno tredici persone (secondo fonti ufficiose) e ferito diverse altre sono successivamente scappati in un ristorante turco vicino, asserragliandosi al suo interno con alcuni ostaggi.

Aggiornamento: le autorità confermano che non ci sono ostaggi in alcun bar del centro di Barcellona.

Un copione che si ripete, un evento già visto a Nizza, a Londra, a Stoccolma e a Berlino, anche se la Spagna nella sua storia non è stata risparmiata dagli attentati: ricorderete di certo in questo senso lo sconvolgente attacco alla stazione di Atocha dell’11 marzo 2004, nel quale persero la vita 190 persone.

Nella capitale catalana, come di certo saprete, ci sono migliaia di italiani, che vivono in città o che sono presenti come turisti, ve ne sarete accorti se l’avete mai visitata: anche per questo motivo, la Farnesima ha attivato un numero speciale di emergenza per mettersi in contatto con i nostri connazionali presenti a Barcellona. Qui sotto trovate tutti i dettagli.

Nel frattempo, Facebook ha attivato il Safety Check, disponibile per tutte le persone presenti in città che vogliono rassicurare parenti e amici: se vi trovate a Barca e state bene vi invitiamo dunque a cliccare qui e condividere il vostro status con i vostri contatti.

 

Che cosa ne pensate di quanto accaduto a Barcellona?

Articoli Correlati