Zecchino d’Oro 2017: audio, testo, significato e autori di Radio Giungla di Olga Rui Marchiò

di Alberto Muraro

Tutto è pronto all’Antoniano di Bologna per la finale dello Zecchino d’Oro 2017, la storica manifestazione che da 60 anni celebra il meglio delle canzoni per bambini in circolazione. Proprio così: l’evento musicale, condotto per anni dal compianto Cino Tortorella con l’indimenticabile Topo Gigio, celebra quest’anno l’anniversario di Diamante.

Il prossimo 9 dicembre, Rai Uno manderà in onda a partire dalle ore 16:40 la finalissima dell’edizione 2017 dello Zecchino d’Oro. Lo spettacolo sarà ricco di musica, ospiti (Sergio Sylvestre e Alessio Bernabei) e sorprese e vedrà la partecipazione di una speciale giuria composta da 20 bambini e da Rocìo Munoz Morales, Orietta Berti, Cristina D’Avena e Carlo Conti. La conduzione della finale dello Zecchino d’Oro 2017 sarà responsabilità di Francesca Fialdini e Gigi & Ross.

Qui sotto trovate audio, testo e significato di Radio Giungla di Olga Rui Marchiò, una delle canzoni in gara allo Zecchino d’Oro 2017. Ecco come la bambina ha commentato la canzone:

La mia canzone è spensierata, allegra, entra nella testa, continuo a canticchiarla sempre fra me e me. Mi piace perché dice che può cantarla chiunque, basta che piaccia! Parla degli animali, è spiritosa! Sento che le canzoni quasi sempre hanno un messaggio da dare a chi ascolta, un contenuto, questa canzone ha la spensieratezza…io la sento così, va bene per tutti, grandi e piccini, la possono cantare e ballare proprio tutti.

 

Testo: G. Fasano – G. Grottoli – A. Vaschetti Musica: G. Fasano – G. Grottoli – A. Vaschetti

Testo

SOLISTA: Prendi un foglio di carta, costruisci una barca

Poi la metti nel mare e la fai navigare

E solcando le onde verso sogni lontani

Pensa a quanti bambini stanno per arrivare,

 

TUTTI: Pensa a quante avventure tra speranza e paura!

SOLISTA: Mediterraneamente guarda quanta gente

Come pesciolini dentro la corrente

In questo girotondo

 

TUTTI: Sembrano delfini

 

SOLISTA: Tra le bollicine e

 

CORO: Le maree che sempre vanno su,

 

SOLISTA: Più su CORO: Poi giù,

Più giù Di qua

Di là

 

TUTTI: Senza confini su,

 

SOLISTA: Più su Poi giù,

Più giù Di qua

Di là senza confini. Uh….

Prendi un foglio di carta, costruiamo una scatola

Ci mettiamo dei banchi e un maestro di scuola

Tanti volti diversi e linguaggi un po’strani

Ora tanto vicini da poterli capire,

 

TUTTI: Pensa a questa avventura, senza più paura.

SOLISTA: Mediterraneamente guarda quanta gente

Come uccellini dentro la corrente

In questo girotondo CORO: Sembrano gabbiani

Anche controvento Sanno già volare e vanno su

SOLISTA: Più su Poi giù,

Più giù Di quà

Di là

 

TUTTI: Senza confini su,

 

SOLISTA: Più su Poi giù,

Più giù Di quà

Di là

 

TUTTI: Mediterraneamente pensa quanta gente

Come pesciolini

Mediterraneamente guarda a quella gente

Come uccellini

SOLISTA: Mediterraneamente pensa quanta gente,

TUTTI: Mediterraneamente guarda a quella gente

SOLISTA: Senza confini,

TUTTI: Senza confini, senza confini.

Qual è la vostra canzone preferita dello Zecchino d’Oro 2017?

Articoli Correlati