Wind Summer Festival 2017: Paola Turci ha cantato La vita che ho scelto (video, foto e testo)

di Laura Valli

Finalmente ci siamo! L’attesta dei Wind Summer Festival 2017 è finita, oggi giovedì 22 giugno, in Piazza del Popolo a Roma (dalle ore 20.00 – ingresso gratuito) andrà in scena la prima delle quattro serate con il consueto appuntamento estivo con la musica.

Sul palco si sono alternai molti artisti italiani e internazionali, che ci hanno proposto i loro brani tormentoni dell’estate 2017.

Tra gli artisti più amati ed attesi dal pubblico presente c’è: Paola Turci che con la sua La Vita Che Ho Deciso ha entusiasmato l’intera piazza, sia nella serata di Giovedì Che di Sabato 24 Giugno!


Di seguito trovate foto e video dell’esibizione di Paola Turci e il testo della canzone

La bellissima @paolaturci canta per noi sul palco del #windsummerfestival! #unlimitedsummer #tv #musica #wind #summer #festival #instagood #instagram

Un post condiviso da wind summer festival (@summerfestivalwind) in data:

#windsummerfestival2017

Un post condiviso da Giuseppe Currado (@pepcurrado) in data:


LA VITA CHE HO DECISO – PAOLA TURCI

La vita che ho deciso
l’ho scritta come un libro
di frasi da citare
come frecce da puntare

La vita che ho deciso
io la volevo forte
come le mani di mio padre
per farmi attraversare

La vita che ho deciso
il mio più bel vestito
aspettando un’occasione come fosse una stagione
come una buona idea
a cui non rinunciare
con gli occhi rossi di chi corre perché non può più aspettare

Qui sfrecciano i ricordi tra i grovigli di emozioni
Ci sarà un momento per restare soli
e fisserò la porta
da cui te ne vuoi andare
Perché niente niente può più farmi male

Sei tu il mio secondo cuore
Sei l’estate che mi fa spogliare
Sei tu il mio secondo cuore
una luce che riesce a entrare

C’è sempre bisogno di te
c’è ancora bisogno di te
ho sempre bisogno di te più me
C’è sempre bisogno di te
adoro il bisogno di te
c’è sempre bisogno di te più me

La vita che ho deciso
ogni istinto naturale
su tutti i dizionari esiste la parola Amore
eppure non c’è scritto
che siamo eccezionali
a guardarci in fondo agli occhi senza cedere ai problemi

Il rumore dei ricordi come foglie sulla strada
questa notte che vorrei trovarti a casa
e fisserò la porta da cui potrai tornare
E poi niente niente può più farci male

Sei tu il mio secondo cuore
Una musica davanti al mare
Sei tu il mio secondo cuore
l’unico posto dove voglio andare
C’è sempre bisogno di te
ho ancora bisogno di te
ho sempre bisogno di te più me

C’è sempre bisogno di te
c’è ancora bisogno di te
da sempre ho bisogno di te più me

Sei tu il mio secondo cuore
il mio secondo cuore
C’è sempre bisogno di te
c’è ancora bisogno di te
da sempre ho bisogno di te più me
C’è sempre bisogno di te più me

Articoli Correlati