Star Wars: L’ascesa di Skywalker – Daisy Ridley ha pianto alla fine delle riprese

di Federica Marcucci
daisy ridley

Star Wars regala da sempre grande emozioni, lo sappiamo. Ma, così come è stato per la saga storica, anche la nuova trilogia ha contribuito a creare un bel legame tra gli attori del cast. In un’intervista concessa da poco a EW Daisy Ridley ha confessato di essersi messa a piangere alla fine delle riprese di Star Wars: L’Ascesa di Skywalker.

L’attrice era addirittura talmente in preda alle emozioni da non ricordare bene nel dettaglio cosa sia accaduto in quei momenti.

“Ricordo di aver abbracciato tanta gente e di essere salita in macchina, guardavo fuori dalla finestre come in un video musicale: le lacrime mi scendevano sul viso, la mano sul vetro e io che pensavo ai giorni andati.”

Non abbiamo ancora notizie certe, ma con tutta probabilità sarà l’ultima che il pubblico vedrà Daisy Ridley nei panni di Rey. Sebbene la Disney abbia già rivelato le sue intenzioni di proseguire con la saga di Star Wars, la storyline degli Skywalker si dovrebbe concludere con Episodio IX.

Come sappiamo questa terza trilogia più recente non ha accontentato tutti, soprattutto i fan di vecchia data che hanno visto nei film un’impronta della Disney troppo marcata. La major ha più volte dichiarato di aver dato un’impronta diversa al nuovo film, non ci resta dunque che aspettare e vedere come sarà.

Star Wars: Rise of Skywalker arriverà nei cinema il 18 dicembre di quest’anno.

Nel film rivedremo Daisy Ridley e John Boyega. Mark Hamill tornerà nei panni di Luke per dei flashback. È atteso anche il ritorno di un altro storico personaggio della saga, Palpatine, stando ad alcune indiscrezioni. Il film vedrà anche per l’ultima volta sullo schermo Carrie Fisher, il cui personaggio è stato parzialmente ricostruito grazie a tecniche in CGI.

Che cosa ne pensate di Star Wars: L’Ascesa di Skywalker? Siete curiosi di vederlo?

Articoli Correlati