Scopri il volontariato per sentirti felice!

di admin

"Quello che noi facciamo
è solo una goccia nell’oceano,
ma se non lo facessimo
l’oceano avrebbe una goccia in meno"
(Madre Teresa di Calcutta)

Accendi la tv in un giorno qualunque; stanno trasmettendo il telegiornale. Sullo schermo scorrono immagini di malati, degrado ambientale, bambini e anziani abbandonati, giovani in preda alla droga e all’alcool, campi profughi, servizi sociali inefficienti, bambini che vivono in strada… e anche nella tua città o nel tuo paese la situazione non è delle migliori, anzi le cose sembrano andare di male in peggio. Allora chiudi gli occhi facendo finta che tutto vada per il verso giusto oppure sospiri e per l’ennesima volta diventi un po’ più demoralizzata.
p
Ma perché proprio oggi, invece di agire (o, meglio, non agire) in questo modo, non decidi di fare qualcosa per migliorare il tuo quartiere, il tuo paese, la tua città, il mondo intero? Qualcosa che ti faccia uscire dal tuo io, dal tuo egoismo, e ti permetta di scoprire gli altri? Qualcosa che soprattutto ti insegni che puoi essere veramente importante per loro, che proprio tu puoi fare la differenza? Perché non ti trasformi da passiva osservatrice di una realtà che non ti piace ad attiva protagonista del suo miglioramento?
Se ora la tua domanda è: “Sì, ma come?”, eccoti qui la risposta: facendo volontariato! Attraverso questa attività libera e gratuita infatti potrai impegnarti seriamente per il miglioramento di qualsiasi ambito tu desideri: l’educazione dei più giovani, le persone in difficoltà, la tutela della natura e degli animali, la conservazione del patrimonio artistico e culturale, l’organizzazione di particolari eventi…
 
Potrai fare volontariato individualmente, in modo più o meno sporadico, oppure all’interno di un’ organizzazione ben strutturata. In questo secondo caso si tratta di associazioni che, in base alla Legge 266/91, possono avvalersi di lavoratori dipendenti o autonomi entro i limiti strettamente necessari alla realizzazione dell’attività principale. Insomma la parola d’ordine per un volontario deve essere gratuità! Certo però, entro limiti preventivamente stabiliti, ti potranno essere rimborsate le spese sostenute per l’attività prestata e, se sarai volontario per un’organizzazione iscritta nei Registri regionali e contemporaneamente lavori, avrai diritto ad una maggior flessibilità dell’orario di lavoro!
 
Allora, sei ancora titubante? Sei spaventata all’idea di doverti confrontare con ambienti “difficili”? Non te la senti di metterti in gioco? Puoi chiedere allora tu stessa a volontari che conosci di raccontarti la loro esperienza. Ascolterai storie di grande sacrifici e difficoltà forse, ma soprattutto storie di amicizia, grande passione, impegno e tanta tanta soddisfazione e felicità vera. Perché parti con l’idea di dover migliorare qualcosa o qualcuno, ma forse la persona che migliora maggiormente sei proprio tu! Sì perché il volontariato è un’ottima strada per conoscerti, scoprendo pregi e abilità che non sospettavi di avere e misurandoti con i tuoi limiti: un’ottima strada per scoprire te stessa attraverso il confronto con gli altri, vederti finalmente senza maschere!
Insomma, niente più musi lunghi di fronte alla realtà, ma la coscienza nel cuore di avere un importante ruolo all’interno di essa che diventa soddisfazione per la propria vita e vera felicità!
 
Qui sotto puoi trovare i link di alcune delle associazioni di volontariato più conosciute, ma sicuramente ce ne saranno molte altre proprio sotto casa tua!

Articoli Correlati