Sanremo 2018: Fiorella Mannoia alla finale del Festival duetta con Baglioni in Mio fratello che guardi il mondo! (video e testo)

di Laura Valli

Tutto è pronto al Teatro Ariston di Sanremo per la finale del Festival di Sanremo 2018 la kermesse presentata da Claudio Baglioni insieme a Michelle Hunziker e Pierfrancesco Favino.

In Attesa di scoprire quale dei 20 BIG si aggiudicherà questa sessantottesima, sul palco si stanno alternando tantissimi ospiti, tra i quali un dei più attesi è indubbiamente Fiorella Mannoia.

La partecipazione della cantante come super ospite arriva dopo il secondo posto dello scorso anno, conquistato dietro ad uno strabiliante Francesco Gabbani.

Un paio d’ore prima dell’inizio della Finale del Festival, sull’account Twitter del Festival è comparso un post di Fiorella Mannoia che inequivocabilmente confermava la suo presenza per la serata di sabato 10 febbraio.

Sul Palco dell’Ariston, introdotta da un commovente monologo di Pierfrancesco Favino, Fiorella Mannoia duetta con Claudio Baglioni sulle note di uno splendido Brano di Ivano Fossati: Mio fratello che guardi il mondo!

Di seguito trovate video e testo dell’esibizione di Fiorella Mannoia che duetta con il direttore artitistico del festival.

Festival di Sanremo – Mannoia ospite della serata finale – video – RaiPlay

Mannoia e Caludio Baglioni in una toccante interpretazione del brano “Mio fratello che guardi il mondo”

Mio fratello che guardi il mondo
e il mondo non somiglia a te
mio fratello che guardi il cielo
e il cielo non ti guarda.

Se c’è una strada sotto il mare
prima o poi ci troverà
se non c’è strada dentro al cuore degli altri
prima o poi si traccerà.

Sono nato e ho lavorato in ogni paese
e ho difeso con fatica la mia dignità
Sono nato e sono morto in ogni paese
e ho camminato in ogni strada del mondo che vedi.

Mio fratello che guardi il mondo
e il mondo non somiglia a te
mio fratello che guardi il cielo
e il cielo non ti guarda.

Se c’è una strada sotto il mare
prima o poi ci troverà
se non c’è strada dentro al cuore degli altri
prima o poi si traccerà.

Articoli Correlati