Piccoli problemi di cuore: cinque curiosità sull’anime

di Marco Della Corte
Piccoli problemi di cuore: cinque curiosità sull'anime

Oggi è San Valentino, la festa degli innamorati, e noi di Ginger vi proponiamo un articolo a tema su Piccoli problemi di cuore. Un articolo, questo, ad alto livello di mielosità, che vi farà tornare in mente alcune scene della famosa serie animata giapponese, tratta dal fumetto di Wataru Yoshizumi. Del resto si sa, Miki e Yuri rappresentano una coppia iconica di Cartoonia, alla stessa stregua di Mirko e Licia, Topolino e Minnie, oppure Lupin e Fujiko (vabbè, in questo caso non proprio…). Iniziamo subito a trattare le cinque curiosità che (forse) non sapevate su Piccoli problemi di cuore. Let’s go!

PICCOLI PROBLEMI DI CUORE: STRAVOLTO IL RAPPORTO TRA MIKI E GINTA 

Lo sappiamo bene, la versione italiana di Piccoli problemi di cuore è stata terribilmente edulcorata rispetto alla versione originale. Tra le situazioni stravolte, ricordiamo anche il rapporto tra Miki e Ginta. Nella versione giapponese, tra i due personaggi nasce  un fraintendimento a causa di una lettera d’amore, che la protagonista lascia all’interno di una rivista che lo stesso Ginta le aveva prestato, durante il periodo delle scuole medie. Tuttavia, un loro compagno trova il messaggio e lo legge ad alta voce dinanzi a tutta la classe.

Ginta, cerca scherzosamente di giustificarsi, affermando di volere solamente un gran bene a Miki, ma non di amarla. Caso vuole, che la ragazza stesse passando proprio accanto all’aula di Ginta in quel preciso istante, determinando la nascita di un fraintendimento che dura fino al liceo. In Italia tutto questo è stato modificato, con Miki e Ginta presentati come due fidanzati da diverso tempo e con Miki che scopre che il ragazzo vuole lasciarla, in quanto… ne sta  parlando con gli amici!

PICCOLI PROBLEMI DI CUORE: L’ANNUNCIO DELLA GRANATA PRESS

Fu la Granata Press la prima ad annunciare in Italia l’uscita in Giappone della serie animata di Piccoli problemi di cuore, all’interno della rubrica della storica rivista Mangazine. Nella news in questione, l’autore nutrì seri dubbi riguardo l’arrivo dell’anime in Italia, per la sua trama particolare. Invece, come sappiamo, la serie TV giunse eccome da noi, all’interno di ben due contenitori per ragazzi: Game Boat (condotto dal simpaticissimo Pietro Ubaldi) ed ovviamente Bim Bum Bam.

PICCOLI PROBLEMI DI CUORE: DIFFERENZE DI ALTEZZA E TRAGEDIE SCAMPATE

Durante l’arco dell’anime di Piccoli problemi di cuore, l’altezza dei ragazzi varia sensibilmente rispetto a quella delle ragazze. Di solito, i vari Yuri, Ginta e gli altri maschietti, sono una spanna sopra le loro morose, altre volte invece sono disegnati alti quanto loro. Pare inoltre che gli sceneggiatori, in origine, avessero intenzione di far morire ben due personaggi: Anju e Namura. L’autrice originale del fumetto si sarebbe fermamente opposta, facendo finire tutto a tarallucci e vino.

PICCOLI PROBLEMI DI CUORE: QUANTO DURA LA STORIA?

La storia di Piccoli problemi di cuore dura dal primo anno di scuola superiore di Miki e Yuri, fino alla fine dell’estate del secondo anno, escludendo il matrimonio tra Mary e Nick Namura (i due si trasferiranno in seguito ad Hiroshima ed avranno un bambino di nome Aoi). Nella serie TV quindi, la storia d’amore tra Miki e Yuri dura un anno e mezzo, mentre nella serie cartacea dura quasi tre anni e mezzo, quando i due innamorati sono oramai studenti universitari.

PICCOLI PROBLEMI DI CUORE: I FRIENDZONATI

I friendzonati della serie Piccoli problemi di cuore sono diversi ed i casi in questione sono immemorabili! I colpevoli di queste povere vittime senza colpa, sono proprio i due  amatissimi (ma per certi aspetti anche odiati) Miki e Yuri, ma non solo. Chi si ricorda di Steve? Il figlio di papà belloccio con la puzza sotto il naso, innamoratissimo della ‘dolce’ Mary, la quale non se l’è mai filato di striscio.

La futura scrittrice di romanzi ha sempre avuto gli occhi solo per il professorino Nick, peraltro molto più grande di lei. Tuttavia, l’esempio più eclatante di friendzonato è sicuramente William, cugino di Ginta. Il poverino ha sempre cercato di conquistare la smorfiosissima Arimi, provandole tutte e se non fosse stato per Yayoi (una ragazza conosciuta al tempio in occasione dell’anno nuovo) il poverino sarebbe rimasto solo in eterni.

Per notizie su Piccoli problemi di cuore ed altre serie TV, continuate a seguirci!

Articoli Correlati