"Pet Society" conquista Facebook

di admin

E’ una sorta di Tamagotchi formato Facebook quello che ormai sembra aver conquistato buona parte degli utenti presenti sul “libro delle facce”. Inventato dalla Playfish, una delle più grandi compagnie creatrici di social games, “Pet Society” ha riscosso un vero e proprio successo guadagnandosi l’attenzione di tutti, senza distinzione di età.

Chiunque ha la possibilità di creare il suo piccolo amico domestico, sceglierne il sesso e le caratteristiche fisiche e finalmente… iniziare a farlo divertire insieme a tutti i piccoli pets creati dagli amici. Ma ogni animaletto richiede cure e attenzioni continue: deve essere sfamato con i prodotti acquistati al market, lavato e pettinato con le saponette e le spazzole che ha in dotazione all’interno di uno scatolone. Sono le tre bande indicanti la sazietà, la felicità e la pulizia ad indicare ad ogni padrone quale sia lo stato in cui si trova la propria creatura digitale. Grazie alle diverse esperienze a cui ognuno sottoporrà il proprio animaletto (visitare gli amici, acquistare oggetti, giocare, etc.) il livello di coins (la moneta utilizzata nel gioco) aumenterà e il Pet riceverà dei doni per sé e per la propria casa.

Anche i Pets fanno i conti con la realtà
Per poter sopravvivere e assicurarsi sempre più una vita agiata, ogni piccolo animale deve vedersela ogni giorno con il proprio budget, cercare di guadagnare quanti più soldini possibili e, qualora avesse in progetto di fare spese, anche provare a risparmiare. Insomma, per quanto possa essere un gioco, Pet society non dista molto dalla realtà, anzi, grazie alle modifiche che i programmatori apportano settimanalmente al social game, possiamo dire che le si avvicina sempre di più. Quali sono le attività preferite dai Pets? I Pets sono impegnati quotidianamente a fare la spesa all’interno di un supermercato, a sistemare casa acquistando pezzi di arredamento nuovi, ad andare allo stadio a correre e ad intrattenersi a casa di amici giocando a palla, a frisbee o saltando la corda.

Fan Club per i piccoli animaletti
Il successo di questo social game è tale da aver portato molte persone a fondare proprio su Facebook diversi Fan Club per i piccoli quadrupedi. Lo scopo è quello di riunire tutti coloro che, uniti dalla medesima passione, vogliano discutere sul gioco, trovare nuovi pets da aggiungere tra gli amici o semplicemente scambiare gli oggetti acquisiti nel corso del gioco. Così non sarà difficile trovare qualcuno che chieda la nuova poltrona in pelle, in cambio di due piante grasse o l’ultimo abito in vetrina nel negozio di abbigliamento in cambio di un pavimento in legno. La realtà si mescola alla finzione…ma anche questo è il gioco.