Il manichino di La Perla: troppo magro?

di Francesca Parravicini

Ecco, ci risiamo. Il binomio moda-corpo si regge su basi molto delicate. Forse troppo.
Il fatto è questo: nello store La Perla di Soho (New York) è apparso un manichino diverso dagli altri.
Ebbene sì, potete, come con una comoda radiografia, vederne le ossa della gabbia toracica e non solo, anche uno splendido e concavo stomaco (la mia è ironia ovviamente).
Le foto del manichino sono apparse online e i commenti negativi non sono mancati, spingendo il brand a rimuovere l’oggetto incriminato.
Vogue UK ha riportato inoltre che il brand sta “ricreando il design dei negozi La Perla con una nuova concept image”.
E io mi chiedo: ci voleva un episodio del genere per pensare ad “una nuova concept image”, magari più varia e rispettosa dei vari fisici femminili?
Demonizzare la magrezza è sbagliato certo, ma quando è eccessiva, non va mai bene. E’ un modello irragiungibile, che spinge le donne (soprattutto giovani) a odiare i propri corpi, a uniformarsi a un canone che alla fine porta solo dolore.
Ci sono donne magre, donne curvy, che sono sane e felici. Sono i loro corpi, veri e deliziosamente imperfetti, che dobbiamo mostrare.

Cosa ne pensate del manichino di La Perla?

 

Articoli Correlati