Hotel Transylvania 2: la recensione di GingerGeneration.it

di Federica Marcucci

Ve l’avevamo promessa ed eccola in arrivo, solo per voi lettori di GingerGeneration.it la nostra recensione di Hotel Transylvania 2! Inutile dirlo, Genndy Tartakovsky ha fatto centro di nuovo, cosa non da poco trattandosi di un sequel: riuscire a creare una storia utilizzando sempre gli stessi personaggi in modo che non risultino ripetitivi o noiosi, non è sempre facile (anche uno studios come la Disney ha fatto i suoi passi falsi più di una volta). Merito anche della sceneggiatura e dell’impianto del mondo venutosi a creare con Hotel Transylvania, che vuole omaggiare e strizzare l’occhio a tutta una tradizione di B-movies e film horror di cui Dracula, la Mummia, l’Uomo Invisibile, Frankenstein e i lupi mannari erano consueti protagonisti. Insomma, inutile dirlo: guardando Hotel Transylvania 2 ci siamo davvero divertiti!

Hotel Transylvania

La vicenda continua da dove si era interrotta, Mavis e Jonathan (che ormai si è trasferito all’Hotel Transylvania) si sposano e diventano presto genitori del dolcissimo e riccioluto Dennis. Mamma apprensiva e decisamente iperprotettiva, la bella figlia di Dracula è convinta che suo figlio non abbia ereditato le sue qualità da vampiro e non crede che l’Hotel Transylvania sia il posto più adatto per crescerlo. Il Conte sembra non esserne molto convinto… intenzionato a non perdere la sua famiglia, non rinuncia all’idea che suo nipote possa trasformarsi in vampiro, mettendosi ovviamente nei guai. In tutto ciò comparirà anche un ospite a sorpresa, Vlad il padre di Dracula, un vampiro “vecchio stile” che metterà ancora più scompiglio nelle dinamiche familiari. Forse avrete già un idea… noi non vi diciamo nulla, non aspettatevi grandi colpi di scena, la morale è sempre quella che bisogna amare qualcuno per quello che è, ma funziona alla grande! I personaggi, sì caricaturali, potrebbero essere il ritratto di una qualsiasi famiglia moderna e questo rende Hotel Transylvania 2 un film godibilissimo e davvero spassoso. Come nel primo film il Conte Dracula è doppiato dal bravissimo Claudio Bisio e Mavis da Cristiana Capotondi, Paolo Villaggio presta la propria voce a Vlad. Azzardiamo un’ipotesi: secondo noi potrebbe esserci anche un Hotel Transylvania 3… ma la sceneggiatura a questo punto dovrà essere davvero superlativa!

Avete visto Hotel Transylvania 2? Che cosa ne pensate?

Articoli Correlati