Brexit: cosa comporta per gli studenti universitari e non?

di Claudia Lisa Moeller

Cosa cambia la BREXIT per chi vuole studiare all’estero? Per il momento nulla. Il Ministro dell’Educazione britannico Johnson ha confermato che per l’anno in corso e quello venturo (2017 – 2018) non ci saranno problemi. Chi vorrà iscriversi alle università inglesi sarà libero di farlo. Non ci saranno vincoli per i cittadini EU. Nemmeno per quanto riguarda i prestiti economici elargiti dalle banche per permettersi un’educazione in UK.

Quanto affermato dal Ministro Johnson varrà anche per la Scozia. Anche l’anno prossimo è sicuro. Sull’avvenire della Scozia si vedrà, anche perché ci sarà da vedere se si farà un referendum scozzese per restare in EU e che esiti avrà.

Per quanto riguarda l’ERASMUS, il programma di scambio tra studenti universitari, dopo i primi allarmismi è ancora attivato. Non verrà cancellato nemmeno per l’anno prossimo e si vedrà cosa accadrà per il futuro non immediato. Questo dovrebbe valere anche per gli scambi tra studenti liceali.

In Italia si stima che quasi 12 mila italiani studino nel Regno Unito. Soprattutto Ingegneria o Economia. Ciò classifica l’Italia come quarto paese per numero di studenti in UK dopo Germania, Francia e Irlanda. Negli ultimi anni dall’Italia arrivano sempre più studenti in Inghilterra per studiare a differenza degli altri paesi EU.

D’altro canto l’educazione superiore, tra triennali e dottorati, è stimata portare alle casse inglesi oltre £ 39.9 miliardi. Quasi il 2.8% del PIL inglese. Si stima che sono nella città di Londra il flusso economico importato da studenti stranieri tra tasse universitari, voli per andare e tornare a casa, affitti e spese varie porti alla sola città £2,3 miliardi. Un vero e proprio business che nessuno ha interessa a spegnere. A fronte di questi dati è molto probabile che si troveranno presto degli accordi perché uno dei mercati più redditizi inglesi continui a restare tale.

Theresa May, nel suo discorso d’avvio della BREXIT, ha specificato che l’Inghilterra rimarrà legata all’Europa pur volendosi distaccare.

E tu cosa ne pensi della BREXIT?

Articoli Correlati