Se ci sarà la Brexit, studiare in Inghilterra sarà ancora possibile?

di Claudia Lisa Moeller
emma watson

Cosa succederà con la Brexit? Le nuove elezioni politiche del 12 dicembre hanno confermato la volontà inglese di staccarsi dall’Europa. Ciò cosa comporta per chi vuole andare a studiare in Inghilterra (e Scozia e Galles)?

Se la Brexit diventerà realtà a gennaio, come ha promesso nuovamente Boris Johnson, allora cosa costerà studiare in Inghilterra? Ci sono tante domande inerenti alla formazione universitaria inglese: sarà ancora la migliore scelta studiare nel Regno Unito? Cosa costerà? Avrà valore in Europa?

Tante domande sono per ora senza risposta, anche perché dipenderà cosa veramente faranno gli inglesi nel gennaio 2020, ma ci si può già fare una prima idea delle possibili conseguenze che seguiranno alla Brexit.

La prima conseguenza, se sarà davvero Hard Brexit (ovvero uscita del Regno Unito dall’Unione europea senza contratti), sarà l’equivalenza inglese = cittadino europeo. Con il fatto che non era possibile discriminare un cittadino europeo da un altro tutti gli studenti provenienti dai paesi EU pagavano e ancora pagano le tasse universitarie come gli studenti inglesi. Se Brexit sarà, allora la prima diretta conseguenza per le famiglie e gli studenti che faranno domanda per studiare in UK sarà legata alle tasse universitarie.

Infatti in UK le tasse universitarie, per lo meno per quelle pubbliche, è fissa e si paga £ 9’250 l’anno. Alla cifra bisogna aggiungere che per risiedere in un paese EU come studente bisogna avere sul conto corrente anche una cifra minima di denaro per garantire la “sopravvivenza” dello studente o studentessa nel paese. In UK uno studente deve avere almeno £ 1’000 al mese, per un totale di all’incirca £ 12’000 sul conto corrente.

Questi sono i soldi minimi da avere per studiare ad oggi in UK, se si è uno studente EU. Con la Brexit cambieranno le tasse universitarie, quindi un italiano che voglia studiare nel Regno Unito verrà considerato come uno studente cileno o russo. Quanto paga uno studente non EU oggi per studiare in UK? Se andiamo a guardare il sito dell’università di Oxford, uno studente non UK e non EU paga trai £ 25’740 e i £ 36’065 l’anno a seconda del corso di laurea. Per esempio, il corso di laurea BA (la triennale) in Geografia costa per i cittadini EU e UK al momento £ 9’250 l’anno, ma per uno studenti non EU e non UK la retta sale a £ 27’285 l’anno. Medicina, invece, costa per studenti non EU £ 34’025 l’anno.

Alla retta va aggiunto il costo di vitto e alloggio. Un’altra spesa non indifferente e che va calcolata in relazione al luogo dove si vuole vivere. Stare a Londra o a Cambridge è molto più costoso che vivere a Liverpool o Newcastle.

In più c’è la questione relativa al valore della laurea. La laurea inglese varrà solo per l’Inghilterra o sarà ancora valida per i paesi EU? Al momento non ci sono ancora dettagli precisi, ma di nuovo possiamo guardare il panorama internazionale per sapere cosa vale il famoso pezzo di carta. La laurea italiana, come ogni altra laurea europea, è valida nel proprio paese e nei paesi EU, ma nei paesi esteri bisogna controllare paese per paese. Negli USA, per esempio, le lauree italiane (o europee) non sono riconosciute e bisogna tramite apposite commissioni e procedure farsi validare la laurea. Succederà pertanto qualcosa di analogo in UK?

Difficile a dirsi per ora: non sapendo ancora come e quando davvero avverrà la Brexit non è facile fare una previsione, tanto più che bisogna ricordarsi che l’industria delle lauree in UK vale oltre £ 21 miliardi l’anno. Un enorme mercato che rischia con la Brexit di entrare per lo meno in crisi. Chi si occupa proprio di questo florido mercato prevede che fino al dicembre 2020 non ci saranno ancora cambiamenti, ma che dal 2021 le tasse aumenteranno e bisognerà vedere cosa accadrà anche dal punto di vista legale. Tanto più se i titoli ottenuti in UK non avranno più alcun valore legale in Europa cosa ne sarà di questo settore? Si stima che solo nel 2017 – 2018 in Inghilterra abbiano studiato 1’770’000 studenti, di cui 144’000 EU e 320’000 non EU.

Inoltre come fanno notare alcuni siti web ad oggi gli studenti non EU hanno solo 4 mesi di tempo dopo la laurea per trovare o un lavoro o una borsa di studio per rimanere in UK, altrimenti devono lasciare il paese. Succederà la stessa cosa anche agli italiani o agli studenti EU?

Tante domande e ancora poche risposte. Dal gennaio 2020 se Brexit sarà, si inizierà a capire di più cosa succederà e cosa comporterà per gli studenti italiani/europei.

E tu vorresti studiare in Inghilterra?

Articoli Correlati