8 marzo: le mimose fanno schifo? Ecco le reazioni al fiore simbolo della Festa della Donna!

di Alberto Muraro

Tantissimi auguri a tutte le donne che sono all’ascolto (o, meglio, che stanno leggendo questo articolo): quest’oggi, 8 marzo, è la vostra giornata ed è lecito concedervi qualche libertà e svago in più rispetto al solito, magari una cena con le amiche, una serata tutta da ridere con uno spogliarellista (se vi piace il genere!) oppure una pausa pranzo un po’ più lunga del solito, da concordare con i vostri superiori. Dopo tutto, ve lo siete meritato: l’uguaglianza di genere è un percorso, una lotta che ancora continua a riempire le prime pagine dei giornali e, fintanto che il genere femminile non avrà lo stesso tipo di trattamento ad ogni livello (economico, sociale e politico) è giusto sfruttare giorni come questi per rivendicare i propri diritti e la propria individualità.

Leggi anche: Le 10 canzoni perfette da pubblicare su Facebook per la Festa della Donna!

Certo, l’8 marzo rappresenta pur sempre una piccola grande tortura per quelle donne che odiano con tutte le loro forze le mimose, il fiore giallo diventato simbolo di questa giornata dopo che due delle maggiori esponenti dell’Unione Donne in Italia, Rita Montagnana e Teresa Mattei, indissero un sondaggio fra le loro colleghe per scegliere un ideale dono da regalare in questa speciale occasione.

I commenti più acidi riguardo alle mimose si possono leggere, neanche a dirlo, su Twitter: gran parte delle utenti criticano soprattutto il forte odore della pianta, altre invece si lamentano per il fatto che i suoi pollini creano allergie e fastidi alle varie respiratorie, altre ancora semplicemente fanno le “schizzinose” a favore di fiori dai petali ben più pregiati e affascinanti come le intramontabili rose!

Qui sotto una serie di commenti “acidi” dedicati alle mimose: voi cosa ne pensate di questo fiore?

Articoli Correlati