Wind Summer Festival 2017: Amara ha cantato Grazie (foto e testo)

di Laura Valli

Finalmente ci siamo! L’attesta dei Wind Summer Festival 2017 è finita, oggi giovedì 22 giugno, in Piazza del Popolo a Roma (dalle ore 20.00 – ingresso gratuito) andrà in scena la prima delle quattro serate con il consueto appuntamento estivo con la musica.

Sul palco si sono alternai molti artisti italiani e internazionali, che ci hanno proposto i loro brani tormentoni dell’estate 2017.

Tra gli artisti più amati ed attesi dal pubblico presente c’è: Amara che con la sua Grazie ha entusiasmato l’intera piazza.

Di seguito trovate le foto dell’esibizione di Amara e il testo della canzone

 

Amara – grazie

TESTO:

In ogni sguardo c’è un punto di vista,
In ogni rinuncia c’è un po di conquista
Mi fermo a pensare alle cose vissute,
a quelle che ho adesso,
a quelle perdute,
ed è bello capire a che cosa è servito fare di un sogno il migliore vestito che ho

sorrido, respiro, son viva, cammino cammino e ringrazio la vita che indosso
ringrazio i miei giorni gli errori i rimpianti ringrazio i silenzi, ringrazio i presenti,
ringrazio il dolore che a volte ho provato ringrazio la forza che dove ho trovato non so

ringrazio la vita
che è così bella e infinita

e grazie
a quelli che ho incontrato nel cammino
a quelli che mi restano vicino
a quelle strade che ho dovuto scegliere
per crescere

in ogni passo c’è un metro di vita
in ogni caso discesa o salita
c’è sempre un bisogno, il bisogno di andare
perché siamo istinto, un istinto animale
ed è bello ogni tanto tornare bambini per vivere il tempo ma senza confini però

discesa o salita
è così bella la vita

e grazie
a questa terra che ora so apprezzare
a quando viene voglia di cantare
a quella mia abitudine di perdermi per esserci
e grazie
a quella rabbia che diventa amore
al tempo che è un bravissimo dottore
a quelle cose che non sono mai per caso
e mai per sempre

e intanto questo sole nasce e l’alba mi emoziona
mi illumina di immenso e piango lacrime di gioia
ho voglia di cantare
il resto può aspettare,
chiudo gli occhi e sento
solo pace dentro

e grazie
a questo sole che mi batte in faccia
a chi mi vuole bene e a chi mi abbraccia
ad ogni vita che ha dovuto perdersi
per esserci
e grazie
a quella voglia di ricominciare
a quando resto fermo ad aspettare
tutte le volte in cui non devo arrendermi, ma crederci.

Articoli Correlati