Twin Peaks: quello che Cooper ha capito, ma noi no

di Paola Pirotti

Delle numerose domande e misteri che sono sorti nel revival di Twin Peaks, uno in particolare ci sembra significativo.
A legare le varie linee narrative è la figura di Bob, ormai doppelgänger crudele di Dale Cooper (Kyle MacLachlan). A causa della sua versione malvagia, l’agente speciale è ancora rinchiuso – dopo venticinque anni, come ben ricorda Laura Palmer – nella Loggia Nera.

Nei primi due episodi abbiamo scoperto che non potrà uscire fin quando Bob non tornerà al suo posto. Come immaginavamo, il cattivo ha dei piani ben precisi. Ma quali saranno?

QUALI SONO I PIANI DI BOB?

Gli indizi lanciati durante le prime due ore del revival non sono molti. Sappiamo che Bob in versione Cooper è alla ricerca disperata di qualcosa. Durante la scena con Daria, l’uomo fa riferimento a delle coordinate. Inoltre, l’uomo è consapevole che qualcuno sta cercando di ucciderlo. Che questa persona sia la stessa che sta conducendo l’enigmatico esperimento a New York?

Twin Peaks

COOPER HA CAPITO TUTTO… NOI NO.

Durante il primo episodio, il Gigante fa visita all’agente Cooper nella Loggia Nera. Enigmatico come sempre, l’uomo lancia tre indizi al nostro protagonista.

  • 430
  • Richard e Linda
  • Due piccioni con una fava

Cooper non esita: ha capito tutto. Noi naturalmente non abbiamo capito nulla, il che fa parte del gioco. La serie avrà ben 18 episodi in totale che David Lynch ha raccontato di aver girato come un lunghissimo film. Tantissime sono ancora le guest star che compariranno nell’arco del revival: attesissime Monica Bellucci, Naomi Watts e Amanda Seyfried.

Nel frattempo, Twin Peaks è arrivato anche a Cannes 2017, dove David Lynch ha ringraziato, commosso, per la standing ovation.
Ecco il video:

 

Quali pensate siano i veri piani di Bob in Twin Peaks? Cosa sta cercando la malefica presenza nel corpo di Cooper?

Articoli Correlati