The Sims: virtuale è bello

di admin

Mangiare, riposare, divertirsi, lavorare, lavarsi…: attività quotidiane prive di particolare interesse, o quasi, lavoro e divertimenti a parte. Normale routine fatta di casa, lavoro e qualche svago…

Ma provate a fare tutto questo nella realtà virtuale: e, soprattutto, provate a far fare tutto questo a qualcun altro che non sia voi stessi. Ovvero: preoccuparsi di bisogni, sentimenti e contingenze quotidianamente presenti o possibili nella vita di ognuno. Pena, la morte: o meglio, la fine del gioco.

Perché di gioco si tratta, quello proposto 24 ore su 24 dalla realtà virtuale di “The Sims”: loro, i protagonisti del videogioco più venduto al mondo (dal 2000 ad oggi oltre 50 milioni di copie), proiezioni virtuali di persone normali, vivono la loro normale vita di tutti i giorni, ma a muovere i fili siamo noi.

Vi ricordate il piccolo Tamaghotci? Be’, ora le cose sono ancora più complicate, perché ogni personaggio Sim è coinvolto in una vita vera e propria, a 360 °, dove oltre alle necessità primarie ci sono sentimenti, eventi personali e sociali, successi, frustrazioni…

E se qualcuno di questi bisogni viene meno, addio Sim… Alla versione originale si sono via via aggiunte numerose espansioni, che hanno reso il gioco sempre più coinvolgente, con la possibilità di calare i personaggi in situazioni e contesti sempre diversi: feste, vacanze, appuntamenti galanti e serate in discoteca, università, carriere professionali.

Tra le espansioni di “The Sims 2” c’è anche “Seasons”: l’alternarsi delle quattro stagioni colora le giornate dei Sims e propone attività a tema quali giocare a palle di neve per esempio o organizzare gite all’aperto in estate.

Altra proposta accattivante del gioco è la versione vip: celebrità, star del cinema e della musica calati nella realtà virtuale. Sarà possibile quindi uscire a cena con Brad Pitt piuttosto che avere un appuntamento romantico con George Clooney, o, per i maschietti, Charlize Theron, Angelina Jolie, Paris Hilton.

Questi ed altri personaggi si possono scaricare dal sito ufficiale della community. In quella italiana poi non mancano i nomi di calciatori e personaggi televisivi, come Fabio Cannavaro e Elisa di Rivombrosa: a Simcity quindi è possibile anche andare a spasso nel tempo… Più virtuale di così!