Shenmue III, la recensione video di un gioco d’altri tempi

di Massimo Reina
Shenmue 3

Dopo quasi vent’anni di attesa, Shenmue III è nei negozi! Vi spieghiamo perché, nonostante tutto, il gioco merita attenzione e il suo nome resta un’icona del Giappone, quasi come Hello Kitty: così come nei puzzle dove ogni tessera gioca il suo ruolo ed anche la più piccola e marginale aiuta a formare l’immagine completa, così in Shenmue ogni pezzo, ogni assaggio di cultura nipponica, ogni forma di interazione e di libertà aiuta a definire quello che è stato e ancora oggi significa l’opera di Yu Suzuki.

In questa terza parte della serie di Shenmue, Ryo cerca di risolvere il mistero che si cela dietro lo Specchio della Fenice, un artefatto ricercato dall’assassino di suo padre. Il suo viaggio lo porterà a immergersi nei meandri della Cina rurale, pullulante di attività e circondata da paesaggi meravigliosi. L’avventura di Ryo lo porterà in città e villaggi di montagna dove potrà perfezionare il suo allenamento, misurarsi nel gioco d’azzardo e di fortuna, e accettare lavoretti part-time mentre indaga su chi conosce la verità sullo Specchio della Fenice.