Sanremo 2010: Romeus, il vincitore di Sanremo Lab

di admin

Dopo aver vinto “SanremoLab – Accademia della Canzone di Sanremo”, Romeus approda alla 60° edizione del Festival di Sanremo nella sezione “Sanremo Nuova Generazione” con “Come l’Autunno”, brano prodotto da Corrado Rustici, così come il suo album d’esordio “Romeus” in uscita il 19 febbraio. Il brano scritto da Tricarico racconta questa stagione come una fase di passaggio, di attesa e di riflessione sulle scelte che cambiano la vita. Una stagione “triste ma fiera” che nella vita di un giovane come Romeus rappresenta una fase di crescita e maturazione.

L’intervista a Romeus

Sei molto giovane, mi spieghi come si fa ad arrivare sul palco dell’Ariston senza passare da Amici e da X Factor?
Fondamentalmente è una scelta di vita, io ho intrapreso un percorso molto più lungo e più faticoso perchè me la volevo sudare questa partecipazione. Ce l’ho fatta e sicuramente è stata una grande soddisfazione.

Al Festival canterai "Come l’autunno", tu che stagione della tua vita stai vivendo?
Io vorrei vivere sempre in autunno, perchè è la stagione della sofferenza e mi piace crogiolarmi in quel limbo tra malinconia e tristezza.

Il tema del tuo nuovo album Romeus è il viaggio, mi spieghi un po’ cosa significa per te il viaggio?
Viaggio vuol dire conoscenza. Ho sempre vissuto in una piccola provincia e quindi sono cresciuto con il forte bisogno di conoscere il resto del mondo. E’ per quello che poi sono partito per New  York. Ho lasciato l’Italia con l’intento di fare una scuola di musica, una volta arrivato là però mi sono reso conto che non avevo voglia di studiare e così mi sono messo direttamente a suonare  in acustico cantando in italiano in diversi locali.

Se dovessi vincere Sanremo a chi dedicheresti la tua vittoria?
Ad una persona molto speciale che c’è stata in un periodo difficile. Dopo che hai vinto tutti poi cominciano a farti i complimenti senza nemmeno sapere chi sei…

Scusa se mi permetto, ma tu chi sei?
Sono un ragazzo molto timido che grazie alla musica stabilisce un contatto con il mondo esterno.

Che progetti hai per il futuro?
Spero di riuscire a fare dei live con la mia band dopo Sanremo. Per me il concerto è l’espressione musicale più alta.

Articoli Correlati