Rai Movie chiude: tutti i perché e le polemiche sulla questione

di Federica Marcucci

Gli amanti del cinema avranno da qualche giorno sentito parlare della questione che ruota attorno a Rai Movie. Il canale della rete nazionale, ormai da anni presente nel pacchetto free del digitale terrestre, tra qualche tempo non esisterà più. Nonostante i dubbi che avevano avvolto la questione fino a qualche ora fa la questione ora sembra ufficiale.

Ma perché questa scelta?

Sembra incredibile, tuttavia la Rai ha scelto di chiudere un canale – che tra l’altro andava molto bene sul fronte dello sharing, per una questione che riguarda semplicemente il rinnovo dei palinsesti e il potenziamento della piattaforma Rai Play.

La petizione online:

A poco è servita la petizione su Change.org che nelle ultime ore aveva visto mobilitarsi personaggi del mondo del cinema italiano e comuni cittadini per provare a tenere in vita il canale. Data la decisione ultima della Rai non stanno dunque mancando le polemiche per quello che riguarda le sorti del canale; polemiche che vengono da attori del calibro di Alessandro Borghi e Alessandro Gassman.

Stando alle decisioni della Rai, Rai Movie non verrà eliminato ma incorporato agli attuali Rai Premium e Rai 4. Un obiettivo che dovrebbe razionalizzare l’offerta dei canali e della programmazione. Una scelta che sulla carta sembrerebbe intelligente, ma che non soddisfa.

L’idea che si cela dietro a questa politica sarebbe infatti quella di dare vita a due canali, uno pensato per un pubblico femminile e l’altro per un pubblico maschile. Ovviamente questo non ha fatto che inasprire le polemiche. Come è possibile che, nel 2019, si possa parlare ancora di cinema per soli uomini o per sole donne?

Non ci resta che aspettare per vedere che cosa succede.

Che cosa ne pensate della questione Rai Movie?