Mau y Ricky: “Con la nostra musica vi vogliamo rallegrare!” | Intervista!

di Alberto Muraro

Domani sera, 13 giugno, Mau y Ricky saliranno per la prima volta su un palco italiano! L’occasione è davvero molto prestigiosa: stiamo parlando del Milano Latin Festival, la più importante kermesse dedicata al mondo latino in Europa!

Chi sono Mau y Ricky

Mau y Ricky, il duo più popolare della musica latina, ha superato di recente 1 miliardo e 300 milioni di streaming! I fratelli, noti per Desconocidos, Ya No Tiene Novio, ha ricevuto ben tre nomination ai prossimi Premios Juventud Awards. I riconoscimenti di Univision Network si terranno quest’anno il 18 giugno e sono dedicati in maniera specifica ai gusti, gli interessi e le tendenze preferite dai giovani di lingua spagnola in tutto il mondo.

Il loro nuovo singolo La Boca con la star colombiana Camilo, tratto dal loro album di debutto uscito a inizio maggio, Para Aventura Y Curiosidades, è già una hit con più di 24 milioni di views e fin dall’esordio ha dominato le classifiche su tutte le piattaforme digitali.

YouTube ha presentato Mau y Ricky come gli “Artist on the Rise”, è ha messo in piedi un’impressionante campagna di comunicazione e pubblicità globale, così come la creazione di contenuti originali per il canale YouTube dell’artista.

L’intervista a Mau y Ricky di GingerGeneration.it

mau y ricky

Domani salirete per la prima volta su un palco italiano, cosa vi aspettate da questo concerto e dall’Italia?

Siamo sempre stati fan della musica italiana, ascoltiamo spesso Eros Ramazzotti e Laura Pausini, di recente poi abbiamo scoperto Fedez e Zucchero. Ieri inoltre abbiamo parlato con Riki via messaggio e abbiamo incontrato Baby K, che è fantastica! Siamo sinceri, non conosciamo il pubblico italiano ma speriamo che siamo caldi come noi latini e che abbiano tanta voglia di vederci. Siamo una grande famiglia!

Ho visto che nelle vostre Instagram Stories ieri eravate qui in Sony a registrare. Avete qualcosa in serbo per noi?

Siamo due songwriters! Purtroppo di recete non abbiamo avuto molto tempo di registrare perché viaggiamo tanto, quindi quando ci hanno detto che qui in Italia c’era uno studio fighissimo abbiamo colto la palla al balzo. Anche se ieri eravamo un po’ stanchi per il jetlag abbiamo deciso di rilassarci un po’ in studio. Proprio qui ieri è nata una delle nostre migliori canzoni recenti. Crediamo dipenda proprio all’atmosfera di Milano che ci ha ispirati!

Da dove avete preso l’ispirazione per scrivere questo album?

Siamo stati ispirati dalle persone che avrebbero ascoltato il disco. Ci siamo detti “Scriviamo musica che possa creare nelle persone una reazione, affinché possano dire di essersi sentiti rappresentati da certi brani” Nel disco raccontiamo diverse storie che noi stessi abbiamo vissuto.

Come scegliete i vostri collaboratori?

Abbiamo lavorato in passato con Ricky Martin, Maluma e Miguel Bose, con loro abbiamo creato una relazione speciale. Vogliamo fare musica con le persone che amiamo e stimiamo doriamo. La connessione con gli altri è la chiave.

Vi piacerebbe collaborare con RIKI?

Certo, l’abbiamo sentito ieri, è un ragazzo davvero carino che ha fatto delle cose molto belle con alcuni dei nostri colleghi, come i CNCO! Adesso si trova in Messico, ci siamo scambiati qualche messaggio, speriamo di riuscire a combinare qualcosa entro quest’anno!

Qual è il vostro attuale rapporto con il Venezuela? Che cosa c’è di tanto speciale nella musica del vostro paese?

Siamo legatissimi al nostro paese, anche se per le nostre idee politiche purtroppo non ci possiamo tornare. I nostri genitori hanno sempre voluto che mantenessimo viva la lingua, motivo per il quale a casa si è sempre e solo parlato spagnolo. La musica del Venezuela è ricca, è varia, ci sono tantissimi artisti di generi differenti, quello che hanno di speciale i venezuelani è la passione!

Qual è il consiglio che dareste a chi come voi vuole fare il cantante?

Abbiamo iniziato a fare musica 13 anni fa, ma è soltanto nell’ultimo anno e mezzo che abbiamo conosciuto il successo. Il consiglio che ci sentiamo di dare è continuare a perseverare, non arrendersi mai, e continuare a lavorare duramente. Ricordatevi che cantare rappresenta solo un 50% del lavoro!

Com’è lavorare insieme essendo fratelli?

Ci compensiamo a vicenda. Penso sia bellissimo sapere che la persona con cui stai lavorando è talentuosa tanto quanto te (o forse persino di più!). Questo è il nostro segreto, condividiamo gioie, vittorie e sconfitte. Se non ci fosse mio fratello mi sentirei molto solo, perché in questo ambiente puoi vivere tanti alti e bassi!

Perché secondo voi oggi la musica latina sta vivendo questo boom?

Viviamo in un mondo nel quale sentiamo tante brutte notizie. La nostra, la musica latina, serve a voi per farvi stare più allegri, per ballare e divertirvi. Ecco perché se ne sente così tanto il bisogno!

Se foste un colore, che colore sareste?

Ricky: io sarei un rosa confetto. Un colore dolce, che piace alle donne. E a me piacciono molto le donne!

Mau: io sarei color verde. Non verde speranza, verde come i soldi! LOL|

Che cosa ne pensate di Para Aventuras y Curiosidades di Mau y Ricky?