Clicca qui per rivedere il video della gara!

Inutile nascondere che in pochi si sarebbero aspettati la vittoria di Justin Gatlin alla finale dei 100 metri ai Mondiali di Altletica di Londra, disputata lo scorso 5 agosto: i motivi sono diversi, ma uno su tutti prevale sugli altri e risponde al nome e cognome di Usain Bolt.

L’atleta giamaicanom, l’uomo più veloce del mondo e recordman delle ultime Olimpiadi, era infatti pronto a chiudere la sua carriera con un trionfo che però alla fine non è arrivato: Bolt si è infatti dovuto accontentare di un pur onorevole terzo posto, l’ultimo piazzamento della sua storia da velocista in quanto, almeno stando alle sue dichirazioni, da questo momento in poi appenderà le scarpe da corsa al chiodo.

Non è però finita qui: Justin Gatlin, implicato anni fa in uno scottante caso di doping, è infatti stato accolto dai tifosi presenti allo stadio londinese con una marea di fischi, non certo la migliore delle atmosfere per poter battere il campione strafavorito.

Gatlin, in ogni caso, non si è lasciato spaventare  e si è lasciato alle spalle il connazionale Coleman e il collega Bolt (che ai microfoni RAI ha definito “un suo grande punto di riferimento e fonte di ispirazione”) crollando poi un toccante pianto liberatorio a fine gara.

Qui sotto trovate il video dell’intervista a Justin Gatlin successiva alla finale dei 100 metri a Londra 2017: facevate il tifo per lui?

Intervista a Justin Gatlin – VIDEO – Altri sport – RaiSport

Oro nei 100m