Condividi questo articolo su Facebook e tagga un amico che non ha visto la gara!

Tutti puntavano sul giamaicano Usain Bolt per la vittoria della finale dei 100 metri piani ai Mondiali di Atletica di Londra: non solo perché l’atleta giamaicano è ormai da anni l’uomo più veloce del mondo ma anche e soprattutto perché questa è stata la sua ultima gara. Di seguito la sua intervista subito dopo la sua ultima performance

 

Purtroppo per Usain Bolt, tuttavia, nella stessa sfida correva anche un atleta che è riuscito, nonostante il pubblico londinese l’abbia accolto con una marea di fischi, a scrivere una pagina importantissima del suo palmarés: la vittoria dei 100 metri è infatti andata allo statunitense Justin Gatlin, recentemente coinvolto in una serie di scandali legati all’uso di doping.

Usain Bolt chiude dunque la sua carriera con un terzo dopo posto che forse nessuno si sarebbe mai aspettato (di fronte a lui anche l’americano Christian Coleman) e che lascia un po’ l’amaro in bocca a tutti i tifosi e i commentatori sportivi che si aspettavano una chiusura con il botto.

Intervistato dai microfoni di RaiSport, Justin Gatlin ha dal canto suo tenuto a ringraziare il collega Bolt, da sempre una delle sue più grandi fonti di ispirazione sportiva. Nel corso dell’intervista, Gatlin ha inoltre sottolineato che di recente c’è stato un riavvicinamento nei confronti di Bolt, che ha regalato a fine gara al pubblico il suo iconico gesto, mandando in visibilio lo stadio.

Qui sotto trovate il video della gara dei 100 metri aile Olimpiadi di Londra 2017: che ne pensate della vittoria di Justin Gatlin?