La festa della donna

di admin

Si avvicina la festa della donna e, come ogni anno, verranno regalate mimose e fiori a tutte noi.
Ma forse non tutti conoscono il motivo per cui l’8 Marzo è dedicato proprio alla donna.

L’origine della festa risale al 1908, quando un gruppo di operaie di una industria tessile di New York scioperò come forma di protesta contro le terribili condizioni in cui si trovavano a lavorare. Lo sciopero proseguì per diverse giornate ma fu proprio l’8 Marzo che la proprietà dell’azienda bloccò le uscite della fabbrica, impedendo alle operaie di uscire dalla stessa.

Un incendio ferì mortalmente 129 operaie, donne che volevano semplicemente migliorare la qualità del proprio lavoro. L’8 marzo assunse perciò col tempo un’importanza mondiale, diventando il simbolo delle vessazioni che la donna ha dovuto subire nel corso dei secoli e il punto di partenza per il riscatto della propria dignità.

Più che una festa si può definire dunque una ricorrenza per ricordare. Ma questa festa è davvero un omaggio alla donna o è semplicemente diventata, come oramai molte feste, un occasione grazie alla quale fiorai, pasticcieri e ristoranti fanno affari?

Basta regalare un fiore una volta l’anno (soprattutto facendolo perchè oramai è diventata una prassi) e poi "dimenticarsi" di quello che è la donna per tutto il resto dell’anno e, magari sentire ancora ragionamenti che definiscono la donna inferiore all’uomo e così via?

Riflettiamoci… Intanto vi proponiamo questa e-mail che sta girando nel web, e che parla proprio della donna.

Quando Dio creò la donna era già al suo sesto giorno di lavoro facendo pure gli straordinari.
Apparve un angelo e gli chiese:’Come mai ci metti tanto con questa?’
E il Signore rispose: ‘Hai visto il mio Progetto per lei?’ Deve essere completamente lavabile, però non deve essere di plastica, avere più di 200 parti muovibili ed essere capace di funzionare con una dieta di qualsiasi cosa avanzi, avere un grembo che possa accogliere quattro bimbi contemporaneamente, avere un bacio che possa curare da un ginocchio sbucciato ad un cuore spezzato e lo farà tutto con solamente due mani.

‘ L’angelo si meravigliò dei requisiti.’Solamente due mani….Impossibile! E questo è solamente il modello base? E’ troppo lavoro per un giorno….Aspetta fino a domani per terminarla.’
‘No lo farò!’ protestò il signore. ‘Sono tanto vicino a terminare questa creazione che ci sto mettendo tutto il mio cuore…Ella si cura da sola quando è ammalata e può lavorare 18 ore al giorno.’ L’angelo si avvicinò di più e toccò la donna.

‘Però l’hai fatta così delicata, Signore’
‘E’ delicata, ribatté Dio, però l’ho fatta anche robusta. Non Hai idea di quello che è capace di sopportare o ottenere’
‘Sarà capace di pensare?’ chiese l’angelo. Dio rispose:’Non solo sarà capace di pensare ma pure di ragionare e di trattare’

L’angelo allora notò qualcosa e allungando la mano toccò la guancia della donna… ‘Signore, pare che questo modello abbia una perdita…’

‘Ti avevo detto che stavo cercando di mettere in lei moltissime cose…non c’è nessuna perdita… è una lacrima’ lo corresse il Signore.
A che cosa serve una lacrima?’ chiese l’angelo.
E Dio disse:’Le lacrime sono il suo modo di esprimere la sua gioia, la sua pena, il suo disinganno, il suo amore, la sua solitudine, la sua sofferenza, e il suo orgoglio.’

Ciò impressionò molto l’angelo ‘Sei in genio, Signore, hai pensato a tutto. La donna è veramente meravigliosa’
Lo è! Le donne hanno delle energie che meravigliano gli uomini.

Affrontano difficoltà, reggono gravi pesi, però hanno felicità, amore e gioia.
Sorridono quando vorrebbero gridare, cantano quando vorrebbero piangere, piangono quando sono felici e ridono quando sono nervose.
Lottano per ciò in cui credono.
Si ribellano all’ingiustizia.
Non accettano un ‘no’ per risposta quando credono che ci sia una soluzione migliore.
Si privano per mantenere in piedi la famiglia.
Vanno dal medico con un’amica timorosa.
Amano incondizionatamente.
Piangono quando i loro figli hanno successo e si rallegrano per le fortune dei loro amici.
Sono felici quando sentono parlare di un battesimo o un matrimonio.
Il loro cuore si spezza quando muore un’ amica.
Soffrono per la perdita di una persona cara.
Senza dubbio sono forti quando pensano di non avere più energie.
Sanno che un bacio e un abbraccio possono aiutare a curare un cuore spezzato.
Non ci sono dubbi però… nella donna c’è un difetto: Ed è che si dimentica quanto vale.

Quando regaliamo un fiore lo facciamo perchè pensiamo tutto ciò?

Immagini tratte da
1: www.flickr.com
2, 3, 4: Le modelle vestono Philippe Matignon