I TheGiornalisti al lavoro sulla colonna sonora del prossimo film di Cristian De Sica

di Alberto Muraro

Secondo quanto riportato da Rockit e da Ansa, il prossimo film con Cristian De Sica, in uscita in tutte le sale italiane a Natale potrà vantare una colonna sonora scritta ed interpretata dalla band di punta del momento: stiamo parlando dei TheGiornalisti di Tommaso Paradiso che nell’ottobre 2016 hanno pubblicato il loro quarto, fortunatissimo disco Completamente Sold Out.

Il film in questione, intitolato “Poveri ma Ricchissimi”, sarà diretto da Fausto Brizzi e sarà il sequel di “Poveri ma ricchi” la commedia interpretata da De Sica, Anna Mazzamauro ed Enrico Brignano (con la partecipazione di Lodovica Comello) uscita nelle sale nel dicembre 2016.

La conferma riguardo la partecipazione dei TheGiornalisti alla colonna sonora del nuovo film di Fausto Brizzi arriva direttamente da Tommaso Paradiso ai microfoni di Bom Dia, la trasmissione di m2o radio condotta da Stefano Meloccaro e Sabrina Ganzer il sabato mattina. Paradiso, che di recente ha pubblicato la hit tormentone Riccione, si è detto grande fan del comico romano e già al lavoro su due pezzi inediti che saranno inclusi della soundtrack del lungometraggio.

Che cosa vi aspettate dalla colonna sonora di Poveri ma ricchissimi? I TheGiornalisti hanno già in mano un altro successo assicurato?

 

Thegiornalisti - Riccione

 

Testo

Le navi salpano
le spiagge bruciano
selfie di ragazze dentro i bagni
che si amano
la notte è giovane
giovani vecchi
parlami d’amore
che domani sarò a pezzi
intanto cerco in mare
un’aquila reale
tra poche ore, tra poche ore

Sotto il sole, sotto il sole
di Riccione, di Riccione
quasi quasi mi pento
e non ci penso più
faccio a schiaffi, faccio a schiaffi
con le onde e con il vento, le prendo
come se fossero te
come se fossero te
come se fossero te

I treni frenano
le serie iniziano
video di ragazzi persi
dentro ad un telefono
la notte è giovane
sognami adesso
parlami d’amore
che domani non sarò lo stesso
intanto cerco in mare
un’aquila reale
tra poche ore, tra poche ore

Sotto il sole, sotto il sole
di Riccione, di Riccione
quasi quasi mi pento
e non ci penso più
faccio a schiaffi, faccio a schiaffi
con le onde e con il vento, le prendo
come se fossero te
come se fossero te
come se fossero te

Sotto il cielo, sotto il cielo
di Berlino, di Berlino
mangio mezzo panino
e ti riperdo
faccio a schiaffi, faccio a schiaffi
con l’asfalto e col cemento, ne prendo
come se fossero te
come se fossero te
come se fossero te

Nuovo sentimento, nuove scarpe, nuova casa
nuova gente in centro con la macchina del tempo
nuovi ristoranti, nuovi amici per la pelle
parte il campionato e si riaccendono le stelle
si riaccendono le stelle
si riaccendono le stelle

Sotto il sole, sotto il sole
di Riccione, di Riccione
mi pento
e non ci penso più
faccio a schiaffi, faccio a schiaffi
con le onde e con il vento, le prendo
come se fossero te
come se fossero te
come se fossero te

come se fossero te
come se fossero te
come se fossero te