Giorgia presenta Pop Heart: “sono le canzoni che più ho amato, scegliere non è stato facile!”

di Alberto Muraro

Quali sono le canzoni che, nel bene o nel male, vi hanno cambiato la vita? Una delle risposte a questa difficile domanda che vi abbiamo posto su Instagram è giunta dalla straordinaria Giorgia Todrani, che il 16 novembre prossimo pubblicherà il suo attesissimo disco di cover Pop Heart.

In occasione del suo undicesimo progetto discografico, l’artista ha deciso di mettersi a nudo raccontando sé stessa attraverso i brani che più l’hanno emozionata nel corso degli anni. Ogni canzone rappresenta dunque un pezzo di lei, una sfumatura, un dettaglio che l’artista ha voluto esprimere in forma musicale.

Ecco come l’artista ha commentato Pop Heart:

«Le canzoni sono strade che portano al cuore, passando dalla mente, alle emozioni, attraverso i sensi, portano con sé attimi di vita, con il loro sapere che ritorna in bocca come fosse adesso, di nuovo e per la prima volta e il tempo ne fa memoria. Magia della musica, ricordarci chi siamo».

GingerGeneration.it ha incontrato l’artista a pochissime ore dall’uscita del disco. Giorgia ha scelto di accoglierci in una suggestiva galleria d’arte. Il cuore della cover di “POP HEART” è in effetti un’opera di Marco Bettini, giovane artista pop originario di Roma, con il lavoro grafico dello studio BJF. Ispirandosi ai grandi maestri della Pop-Art, l’artista ha dunque voluto rivisitare il cuore, simbolo protagonista assoluto del progetto, in chiave ironica e contemporanea.

Il bello è che Pop Heart è “semplicemente” un volume uno, anticipazione di un secondo disco che potrebbe vedere la luce prima del previsto. A riguardo, l’artista ha commentato che non è stato per nulla facile scegliere le canzoni e che, appunto, c’è da parte sua un’apertura per un nuovo capitolo. Giusto per fare un esempio, uno dei pezzi rimasto fuori è della collega e amica Laura Pausini:

in certe occasioni non mi sentivo credibile, non mi sentivo adatta per cantare quella determinata  canzone. Insieme a Michele Canova cercavamo arrangiamenti rispettosi del brano ma originali, con suoni trasportati nell’oggi. Fra le altre volevo inserire  ‘In assenza di te’, ma non la cantavo bene, non la sentivo nelle mie corde nel modo che avrei voluto io.

 

Rimettere mano a dei classici, sopratuttto quando si conoscono in prima persona i cantanti che li hanno interpretati, non è per niente facile. A riguardo Giorgia ha commentato:

Non è per niente sempluice cantare le canzoni degli altri, io dal vivo, alla fine dei concerti, propongo canzoni che andavano di moda 20 anni prima, ma un conto è farle live con il pubblico, un altro è affrontare una canzone per il disco: ti rendi conto che devi rispettarla. Prima di pubblicare il disco comunque ho fatto ascoltare il pezzo ad ognuno degli interpreti originali.

Giorgia, vi ricordiamo, presenterà dal vivo i pezzi di Pop Heart nel corso di un tour che prenderà il via il prossimo 4 aprile da Ancona. L’inteprete romana si esibirà inoltre il prossimo 23 novembre a Milano nel corso di un concerto benefico presso il Refettorio Ambrosiano di Milano: in questa occasione, la cantante reinterpreterà molti dei suoi successi in chiave sinfonica.

In attesa che esca Pop Heart, qui sotto potete vedere il video ufficiale del primo singolo Le tasche piene di sassi.

Giorgia - Le tasche piene di sassi (Official Video)

 

 

Che cosa vi aspettate da Pop Heart, il nuovo disco di Giorgia?

Articoli Correlati