Lo scorso novembre la notizia riguardante il figlio di Michael Bublè, il piccolo Noah di soli tre anni, aveva sconvolto il mondo della musica e non solo.

Il cantante canadese aveva annunciato che il bimbo era malato di cancro e che si sarebbe preso una lunga pausa per iniziare questa battaglia accanto alla moglie Luisana Lopilato. Bublè aveva annullato concerti e impegni precedentemente presi e il post, purtroppo, chiarì cosa stesse succedendo a lui e alla sua famiglia.

A distanza di qualche mese, però, arriva finalmente una bella notizia dall’entourage del cantante che annuncia che le cure stanno facendo effetto.

I medici sono ottimisti sulla salute del bambino, che si è dimostrato coraggioso e ha trasmesso lui stesso forza alla sua famiglia. Nella nota Michael e la moglie ringraziano Dio per la forza che ha donato loro per affrontare tutto e le migliaia di persone che li hanno aiutati in questa battaglia attraverso le loro preghiere.

Ad aggiungere felicità a questo momento, sono arrivate le parole alla tv argentina, della zia del piccolo Noah, Daniela Lopilato, sorella di Luisana. Il giornalista Tomas Dente ha letto in diretta il messaggio ricevuto dalla zia del bimbo:

“Sì, Noah sta guarendo e noi siamo tutti molto contenti.”

Ha poi aggiunto la frase più attesa: “No hay más cáncer”, “il cancro non c’è più”!

Le dichiarazioni hanno rotto il muro di silenzio che Michael Bublè e la moglie avevano “costruito” per affrontare il loro dolore e finalmente possiamo gioire per questa splendida notizia!

Daniela Lopilato ha chiesto, poi, in un post su Twitter, di non strumentalizzare le sue parole, considerando anche la delicatezza della situazione.

“Non usate il mio nome sui giornali con notizie o dettagli che non ho dato. Noah sta bene e i genitori parleranno quando lo riterranno opportuno”.

No usen más mi nombre en los medios con detalles y cosas q no dije. Noah está bien y los papas hablaran cuando ellos quieran! Gracias!

 

Non vediamo l’ora di vedere di nuovo Michael sul palco perché vorrà dire che questa brutta storia sarà definitivamente passata!

 

Facciamo tutti un grandissimo in bocca al lupo a Michael Bublè?