Eurovision Song Contest 2018: ecco cos’è successo durante la finale e chi ha vinto!

di Laura Valli

Sabato 12 Maggio è andato in scena il Gran Finale dell’ Eurovision Song Contest 2018, in diretta dall’Altice Arena di Lisbona.

Poco prima delle 21, su Rai1 con il commento di Serena Rossi e Federico Russo hanno annunciato l’inizio della serata conclusiva della 63 edizione del festival musicale più amato e seguito d’Europa.

Puntualissimo l’Eurovision Song Contest 2018 è stato aperto dall’esibizione di due cantanti di fado portoghese, Ana Moura (nota anche a livello internazionale) con “Loucura (Sou do Fado)” e Mariza con “Barco Negro”.

A seguire, la tradizionale sfilata delle bandiere, durante la quale vediamo tutti i 26 finalisti che si sono sfidati durante questi tre giorni della kermesse.

La gara comincia con Mélovin, che rappresentare l’Ucraina con la sua Under the landder. Subito sul palco la coppia spagnola  Alfred y Amaia con Tu Canción”.

Incalza  la Slovenia che con “Hvala, ne!” di Lea Sirk che porta un po’ di ritmo sul palco dall’Altice Arena. La lituania è rappresentata da When We’re Old un brano delicato cantato magistralmente da Ieva Zasimauskaitė.

E’ il momento dell’Austria con Cesár Sampson e la sua “Nobody but You” , che riscuote un grande successo tra il pubblico presente in Arena!

Guadagna il palco Elina Nechayeva con un vestito da 66.000 euro ed esegue “La Forza”,  brano in lingua italiana.

La Norvegia viene rappresenta da Alexander Rybak, che nel 2009 di è già aggiudicato il primo posto all’Eurovision 2009, e quest’anno torna con “That’s How You Write A Song”.

E’ il momento dei padroni di casa, con la portoghere Cláudia Pascoal feat. Isaura che all’Eurovision porta “O Jardim”.

Dopo un piccolo break pubbicitario si torna in diretta con l’esibizione del Regno Unito, con SuRie e la sua “Storm”, che viene  disturbata da un’incorsione.

Subito dopo sul palco troviamo la Serbia con Sanja Ilić & Balkanika e la loro “Nova Deca”. Per la Germania, sul palco con Michael Schulte con “You Let Me Walk Alone”.

l’Albania viene rappresentata da Eugent Bushpepa con “Mall”, un brano decisamente rock per gli standard dell’Eurovision.

La Francia invece schiera Madame Monsieur con “Mercy”, una copia di coniugi che con la loro canzone racconta la vera storia di migranti in fuga dalla guerra.

Ci pensa la Repubblica Ceca a riportare sul palco un po’ di leggerezza con Mikolas Josef  e la sua “Lie to Me”.

Rasmussen con “Higher Ground”, Rappresenta il passato e la tradizione vichinga della Danimarca, con una canzone ispirata a un nobile pacifista poi diventato santo.

Dall’Australia torna come protagonista Jessica Mauboy con “We Got Love”, dopo la partecipazione di quattro anni fa.

Piccola pausa pubblicitaria e si torna sul palco con un bellissimo omaggio a Lys Assia, prima vincitrice all’Eurovision Song Contest. scomparsa purtroppo lo scorso marzo.

E’ il momento della Finlandia con Saara Aalto e la sua “Monsters”. Per la Bulgaria salgono sul palco gli Equinox con “Bones”; mentre per la Moldavia i DoreDos con “My Lucky Day”.

La Svezia porta sul palco Benjamin Ingrosso con “Dance You Off”. Subito incalzata dal rappresentate ungherese AWS

Netta con “Toy” rappresenta Israele e fa letteralmente impazzire il pubblico presente, difatti i bookmaker la danno tra i favorirti per il podio.

Per i Paesi Bassi sale sul palco Waylon con “Outlaw in ‘Em”. L’Irlanda schiera Ryan O’Shaughnessy con “Together”.

E’ il momento di Eleni Foureira con “Fuego” per Cipro. Chiudono la lunga carrellata i cantatati italiani Ermal Meta e Fabrizio Moro con “Non mi avete fatto niente”.

Sono terminate le 26 esibizioni ed ora è il momento di votare. Alle 23,53 viene annunciato lo STOP VOTING NOW! Stop al televoto! 

VOTO DELLE GIURIE

Dopo la somma dei punti ottenuti tramite televoto il vinvitore dell’Eurovision Song Contest 2018 è Israele, Italia solo quinta!

CLASSIFICA FINALE

Articoli Correlati