Avatar: James Cameron stupisce ancora

di admin

In arrivo in Italia il 15 gennaio Avatar di James Cameron, il regista di Titanic, che mira a  superare se stesso con questo film ambientato nel futuro. Record d’incassi nelle prime settimane di proiezione in tutto il mondo, con Avatar la concezione di film in live action è stata totalmente rivoluzionata.

Sono sempre stata scettica riguardo questo genere cinematografico, ma dopo essere andata alla anteprima stampa senza aspettativa alcuna, ne sono uscita entusiasta ed emozionata. Scenari mozzafiato,colpi di scena, e coinvolgimento a 360 gradi grazie alla tecnologia in 3D vi faranno apprezzare l’ultima opera di James Cameron. Durante le 2 ore e 40 di proiezione la storia coinvolgono così tanto che non è impossibile a distogliere lo sguardo dallo schermo.Con gli occhi sgranati come un bambino si esplora la giungla magica di Pandora, con piante fluorescenti  e suolo che si illumina al passaggio dei Na’vi nella notte, animali stranissimi che sembrano attaccarti ruggendo grazie al Dolby Surround, e tanta tanta fantasia.

La storia

Ci accompagna nel mondo alieno del pianeta Pandora, Jack Sully, ex-marine su una sedia a rotelle, che scopre insieme a noi questo luogo così lontano e vicino allo stesso tempo. Jack nel corpo di un’Avatar, corpo biologico geneticamente modificato con DNA umano e DNA della popolazione dei Na’vi, farà un imprevisto incontro con una bellissima donna indigena, Neytiri, che gli farà esplorare questo fantastico mondo. La trama si intreccia tra echi di colonialismo, paura per le sorti del pianeta, distruzione dell’ecosistema per scopi di lucro, e naturalmente una storia d’amore impossibile.

Animazione e Nuove Tecnologie

Grazie alla Computer Grafica e alla Performance Capture, James Cameron dopo 15 anni riesce a portare sullo schermo questa nuova frontiera del film in live action, anche grazie alla collaborazione di Peter Jackson e la sua WETA Digital, per animazione e effetti speciali. La cosa che mi ha sorpreso maggiormente è stato il "non percepire" la differenza tra i personaggi reali ed i corpi animati. Lo spettatore è portato a credere che tutto sia reale e possibile e quindi i Na’vi non appaiono più come semplici animazioni o personaggi inventati. Questo è stato possibile grazie alla Performance Capture, che permette di trasferire le espressioni degli attori nei volti blu dei Na’vi, e trasmettere emozioni attraverso i loro occhioni gialli.

Gli interpreti

I ruoli principali sono stati affidati ad attori debuttanti nel grande cinema, Sam Worthington e Zoe Saldana, che si sono allenati per mesi nella giungla Hawaiana per imparare a muoversi come Na’vi e Avatar. Di ritorno nello spazio, dopo il film Alien, troviamo la grande Sigourney Weaver. E nella parte di una appassionata pilota, la bravissima Michelle Rodriguez.

Avatar non è un semplice film, ma un’esperienza da vivere assolutamente. Per questo consiglio la visione in 3D, per poter apprezzare la totalità di questa pellicola, che non solo grazie alla trama , riesci a trascinare il pubblico letteralmente in un nuovo mondo.

Guarda il trailer di Avatar!

 

 

 

Articoli Correlati