Amiche in Arena: Loredana Berté ed Elodie cantano Stiamo come stiamo (VIDEO E TESTO)

di Alberto Muraro

CLICCA QUI PER RIVEDERE TUTTI I VIDEO DELLE ESIBIZIONI DEL CONCERTO AMICHE IN ARENA!

A distanza di 7 mesi dallo straordinario successo ottenuto lo scorso settembre in Arena di Verona, domenica 26 marzo Canale 5 ha finalmente mandato in onda il mega concerto Amiche in Arena, lo speciale live organizzato da Loredana Berté e da Fiorella Mannoia come occasione per raccogliere fondi a favore delle associazioni che lottano contro la violenza sulle donne (e più in generale, si battono per i diritti del gentil sesso) invitando una lunghissima serie di artiste del calibro di Elisa, Alessandra Amoroso, Emma, Patty Pravo, Paola Turci, Nina Zilli, Irene Fornaciari, Noemi e le “esordienti” Antonella LoCoco e Elodie di Patrizi.

Fra i pezzi presenti nella scaletta  del live c’è stata anche Stiamo come Stiamo , un pezzo che Loredana Berté ha cantato insieme ad Elodie, seconda classificata all’edizione numero 15 di Amici.

Qui sotto il video della loro esibizione ad Amiche in Arena: che ne pensate?

Loredana Berte' e Elodie Stiamo come stiamo - Amiche in Arena 19/09/2016

Testo

Stiamo come stiamo mezzanotte nella mano
Di qua dal cielo e pertanto
Slacciati i pensieri dura finché dura questa eternità
Stiamo come stiamo usati di seconda mano
Nel cuore un buio totale
L’unico innocente che sorride e fa i miracoli che fa
Lega questa sera i tuoi bottoni della giacca
Ci pensi ancora a morire
La felicità da quale parte si è nascosta
Onda su onda verrà
Stiamo come stiamo con quel muso da aeroplano
E un gatto rosso di colore
Presi in contropiede da una nuvola di semioscurità
Giorni senza scuola giorni rabbia che poi vola
In mezzo ai piatti di carta
Stiamo rotolando come tanti cuori in gola
In cerca ancora di noi
Ma i fari passano tagliando la notte sopra il mare
C’è una piramide di cielo ancora da scalare
Per noi soldati di ventura in questo metro quadro
Sì però adesso è molto dura
Lo sfameremo questo amore così magro
Stiamo come stiamo mezzanotte nella mano
Di qua dal cielo e pertanto
Slacciati i pensieri e dura finché dura questa eternità
Sono sabbie mobili le terre di speranza
Ma non c’è strada migliore
La felicità da quale parte si è nascosta
Onda su onda verrà
Ma i fari passano tagliando la notte sopra il mare
C’è una piramide di cielo ancora da scalare
Per noi soldati di ventura in questo metro quadro
Lo sfameremo questo amore così magro
E i fari passano tagliando la notte sopra il mare
E quelle stelle sulla testa nascondono sorprese
I sogni partono fischiando le ruote sui dolori
Restiamo appesi con lo sguardo
Che forse i tempi sono meno duri

Articoli Correlati