Sanremo 2018: Renzo Rubino (sul palco insieme ai nonni!) canta Custodire

di Alberto Muraro

Renzo Rubino si è esibito nel corso della finale del Festival di Sanremo 2018 sulle note di Custodire, il suo splendido brano in gara prodotto da Giuliano Sangiorgi. La sua performance, davvero eccelsa, è stata impreziosita da due special guest davvero d’eccezione.

Sul palco con col cantante sono infatti saliti i nonni dell’artista (vero nome Oronzo Rubino) che hanno danzato sulle note di un brano estremamente intenso e commovente. L’artista pugliese ha infatti dedicato il pezzo ai due genitori, divorziati ormai da tempo.

Il nonno di Renzo , fra le altre cose, è stato scelto dall’artista come protagonista della copertina del suo nuovo disco, intitolato Il gelato dopo il mare.

Qui sotto trovate il video dell’esibizione di Renzo Rubino alla finale del Festival di Sanremo 2018: non vi siete commossi anche voi?

Festival di Sanremo – “Custodire” – serata finale – video – RaiPlay

Renzo Rubino canta “Custodire” di Renzo Rubino

Qui sotto trovate il testo di Custodire:

Tu ridotta una bambina
Io tradotto in un bastardo
Noi non siamo mai stanchi nell’odiarci
Come abbiamo fatto ad essere qui
Pronti ad azzuffarci
Se prima era una cosa per amarci

Puoi custodire l’affetto nell’insolenza
Non fare così
abbracciami dai
abbracciati poi
Tu vestita d’innocenza
io carisma usato male

Non poteva che sbocciare un cardo (viola)
Come abbiamo fatto ad esistere
Senza mai resistere
troppo giovani per invecchiare (insieme)

Puoi custodire l’affetto nell’insolenza
Non fare così
abbracciami dai
abbracciati poi

Per la prima volta parlatevi
e fatelo pianissimo
per la prima volta
Per la prima volta slegatevi
lasciando qualcosa di buono (imprevisto)

Gettando tutto il resto
Puoi custodire l’affetto nell’insolenza
Non fare così
abbracciami dai
abbracciati poi
Puoi sopravvivere in questa stanza

O lontano da noi
proviamoci dai
come non abbiamo fatto mai

Articoli Correlati