Robet Pattinson l'"eterno insicuro" su Vanity fair

di admin

"Possibile che 100 milioni di fan urlanti si sbaglino?" E’ il titolo provocatorio dell’intervista a Robert Pattinson pubblicata sul numero di dicembre di Vanity Fair. Su cosa dovrebbero sbagliarsi le fan del bel Robert? Forse sul suo fascino e sulle sue qualità di presunto "uomo perfetto"? Per ora sappiamo solo che la giornalista che ha avuto la fortuna di incontrare Pattinson, Evgenia Peretz, è rimasta molto colpita dallo stato della sua stanza d’albergo, non propriamente in ordine!

Per leggere l’intera intervista e vedere le foto di Robert dovremo aspettare il 10 Novembre (la rivista esce il 4 novembre solo a New York e Los Angeles, ma intanto ecco un’estratto dell’intervista reso pubblico dall’autrice:

Robert il confusionario
"Anziché uscire con le supermodels, Pattinson, che ha vissuto l’ultimo anno viaggiando con tre valige, si è sentito travolto, impacciato e colpevole. “Cerco di non annegare" dice nella sua stanza d’albergo al San Diego Hard Rock Hotel, che è ingombro di bottiglie di birra, vecchie uova strapazzate, una barretta di Twix mezza mangiata a metà, e un paio di jeans sporchi sul pavimento del soggiorno. Si accorge di non aver rifatto il letto “Oddio, mi spiace molto per quello". "Sono insopportabilmente imbranato" – ammette […]

Robert, l’eterno insicuro"
Nonostante la sua incredibile bellezza — le sue labbra rosse dalla forma perfetta e un viso che potrebbe esser stato sognato dai poeti Romantici – lui crede di somigliare a "un personaggio dei cartoni animati". Ha una gamba più lunga dell’altra e ciò lo fa sentire – garantisce – "come un idiota".

Sa di fare impazzire le persone continuando a dire che non può lasciare la sua camera d’albergo . E vede la propria incapacità  di apprezzare i complimenti delle sue fan come un proprio difetto. “Credo di non essere quel tipo di ragazzo […] non amo le folle"

Leggi tutta l’intervista a Robert cliccando su "Continua"