Radio Italia Live – il concerto: Emma canta Occhi profondi! (video e testo)

di Laura Valli

In piazza Duomo a Milano Emma, che ieri sera 17 giugno si trovava tra il pubblico del concerto di Tiziano Ferro, oggi sul palco di Radio Italia Live – il concerto torna a riproporci la sua indiscussa grinta cantando Occhi profondi.

Un’occasione imperdibile per la Brown Crew!

Di seguito potete vedere il video dell’esibizione di Emma e leggere il testo

L’energia di @MarroneEmma quando è sul palco è sempre meravigliosa e ci piace tantissimo! #rilive #lamusicaepiuforte https://t.co/xS6TZGrWKb pic.twitter.com/3mNDdU9Xq9

— Radio Italia (@RadioItalia) 18 giugno 2017

Emma, Occhi Profondi, Testo

Servirebbe avere occhi profondi, grandi
Come due pozzi neri
Per buttarci dentro quello che vedi
E pure l’amore che non cedi

Servirebbe avere occhi profondi
Per imprigionare la tua assenza
Non lasciarla mai venire fuori
Perché non diventi dipendenza

E’ più bella questa città quando sale la luna
Mentre dormono tutti già
Tutti tranne me, tutti tranne me

Io mi scordo di dimenticarti
non ho mai avuto occhi profondi
Sei negli occhi e via da lì non scendi
Come fai tu lo sai restare in equilibrio e non cadere mai

Questo vento che mi punge la pelle
Sembra una carezza veloce
Io vorrei avere gli occhi profondi e larghi
Che ci si perde il mondo

Per avere la certezza che presto o tardi
Succede per davvero

E’ più bella questa città quando sale la luna
Mentre dormono tutti già
Tutti tranne me, tutti tranne me

Io mi scordo di dimenticarti
non ho mai avuto occhi profondi
Sei negli occhi e via da lì non scendi
Come fai tu lo sai a restarmi addosso se non ci sei mai

Ti ho visto odiare l’amore
Fare la guerra alle stelle
Sognare senza pudore
Finalmente poi
Dormire

Io ti ho coperto le spalle
Scoprendo tutto il mio cuore
Ma un sogno non si può rifare

Io mi scordo di dimenticarti
Sei negli occhi e via da lì non scendi
Come fai tu lo sai a restare in equilibrio

Non ricordo di non ricordarti
Sei negli occhi e via da lì non scendi
Inseparabili ma separati

Come fai tu lo sai a restare in superficie
E non sprofondi mai
E non sprofondi mai