Problemi di cuore: mi guarda, dovrei fare io la prima mossa?

di admin

Ciao
mi kiamo Virginia ho 13 anni e in spiaggi c’è un ragazzo della mia età che quando passo mi guarda sempre mi cerca con lo sguardo qundo sono sotto l’ombrellone io con i ragazzi ci so fare ce non ho bisogno di andarli a cercare sn loro ke vengono da me xò questo ragazzo ke si chiama Giosuè è diverso e poi nn lo conosco neanche. I suoi amici li conosco e non è la prima volta che me ne accorgo anzi l’anno scorso solita storia solo che un giorno che ero tornata n secondo a casa a prendere il costume di ricambio in bici me lo sono ritrovato dietro ke mi aveva seguita penso le mie amiche dicono che dovrei andargli a parlare ma nn ce la faccio. Cosa devo fare qundo mi guarda gli devo sorridere in segno di…come dire di…..di "acconsentimento"" aiuto!!!!

Cara Virginia,
hai 13 anni e sotto l’ombrellone “ci sai fare con i ragazzi”, sono loro che vengono da te e tu sorridi in segno di “acconsentimento”. Mmm…..aspetta, frena, riflettiamo bene.
Quanti anni ha Giosuè? (sarebbe utile in questo caso per me sapere se ha più o meno la tua età o se è più grande).Tu non sai niente di lui solo che ti guarda e che una volta ti ha seguito mentre andavi a casa. Un po’ poco, potrebbe essere chiunque. In queste occasioni non basta “saperci fare” bisogna avere un po’ di testa. Invece di mostrarti consenziente con sorrisi maliziosi e ammiccanti ti direi di comportarti in modo naturale senza metterti in mostra e senza esibizionismi da donna fatale, perchè spesso i ragazzi fraintendono. Se Giosuè non si fa avanti perché è timido apprezzerà sicuramente di più un atteggiamento riservato e avrà meno timore ad avvicinarti per scambiare due parole. Tu non cercarlo, attendi un po’ pazientemente e prova, in modo discreto, a reperire qualche informazione su di lui senza esporti troppo.  Se ti dovesse seguire ancora mentre vai a casa (ma tu non fare apposta ad allontanarti da sola) puoi provare a dirgli qualcosa del tipo “che coincidenza, è già la seconda volta che faccio un giro in bici e ci sei anche tu”. Sperimenta questa tattica qualche giorno e vedi come procede, poi anche in base alle informazioni che scoprirai , potrai provare ad avvicinarlo con una scusa banale ma sempre senza dare l’impressione di essere una “disponibile”.

Se anche tu vuoi chiedere un consiglio amoroso scrivi a [email protected]

Se vuoi mandami degli aggiornamenti così potrò aiutarti meglio. Promettimi che studierai la situazione prima di “buttarti” e che non gli darai modo di pensare di te che sei una “che ci sa fare” perché la reputazione di una ragazza di 13 anni è importante e non deve essere rovinata.

Un abbraccio

 

Ginger