Caen, uno splendido scorcio di Normandia

di Laura Valli

Se desiderate visitare una città europea ricca di storia, arte e cultura, Caen è perfetta! L’anima di questa città affonda le radici nei suoi 1000 anni di storia, ed allo stesso tempo ripercorre momenti più recenti. La città conta un vasto numero di monumenti storici, le eleganti abbazie, l’imponente castello, i musei e l’università. La città si estende attorno a un centro dall’atmosfera giovane e turistica, e vivace grazie agli splendidi giardini fioriti accessibili a tutti. Caen è situata nella Bassa Normandia, capoluogo del dipartimento del Calvados, e per raggiungerlo vi sono diverse possibilità:

  • Arrivare sino a Lione, da dove prendere un volo diretto per Caen, soluzione che si aggira sulle 380€ (treno da Milano + volo) a persona cui andrà aggiunto il taxi che vi porti il hotel, la più comoda ma sicuramente non la più economica.

  • Scegliere un volo low cost per Parigi, e prenotare un servizio privato di trasporto (Albion) che in un paio d’ore vi porterà a destinazione; questo servizio taxi vi costerà circa 80€ a persona, ma vi eviterà di sballottarvi su e giù da numerosi mezzi pubblici.

    • Opzione alternativa, una volta arrivati a Parigi, prendete un’auto a noleggio e proseguite per conto vostro verso Caen, che dista circa 230 km dalla capitale francese. Viaggiare con la macchina vi offrirà la possibilità di poter raggiungere qualunque luogo in totale autonomia e con la maggiore celerità.

Una volta giunti a destinazione lasciate le vostre valige, e uscite ad esplorare la città di Caen.

Numerosi sono i bed and breakfast (o chambres d’hotes in francese) immersi nella campagna normanna, ma io vi consiglio l’Hotel du Château, un albergo 2 stelle dallo stile familiare, situato in Avenue du 6 June nel centro di Caen, dove troverete camere fornite di tutti i comfort Tv e WiFi gratuiti, a 70€ in camera doppia.

Il vostro alloggio dista circa 200 metri del Castello Medievale, un ottimo punto di partenza per conoscere questa città. Il Castello di Caen è il simbolo di questa città normanna. È una cittadella fortificata, fatta erigere sulla collina dal Duca di Normandia. I bastioni protettivi racchiudono una una vasta area interna (circa 5 ettari) dove attualmente sono presenti il Museo di Belle Arti e il Museo della Normandia. Tutto il complesso è visitabile con un unico biglietto da 15€, ma se avete meno di 26 anni o ci andate la 1° Domenica del mese l’ingresso è gratuito.

Passeggiando lungo le alte mura che circondano il Castello, si può ammirare la città sottostante,e i primi edifici che salgono agli occhi sono le due splendide abbazie, l’Abbaye aux Hommes e lAbbaye aux Dames, due gioielli di arte romanica (anche se molto rimaneggiati nei secoli successivi) la cui costruzione doveva rendere omaggio alla storia d’amore tra Guglielmo il Conquistatore e la moglie Matilde di Fiandra. La loro unione e la campagna di conquista dell’Inghilterra (1066) ad opera di Guglielmo, viene narrata dalla Tapisserie, un arazzo ricamato a mano risalente all’XI secolo, e conservato nel Museo della Regina Matilde di Bayeux (visita con audioguida a 9€).

Poco sopra il castello, al di là della collina, si trova l’Università di Caen, fondata nel1432, rinomata per i suoi corsi accademici, ma soprattutto perché durante tutto l’anno offre, a studenti stranieri, la possibilità di svolgere corsi di apprendimento e approfondimento della lingua francese, presso il centro CEFÉ.

Dopo tutto questo girovagare certamente è venuta l’ora di assaggiare le molte leccornie di questa regione: le gallette di grano saraceno, farcite sia di salumi che con i formaggi tipici come Camembert, Liverot e Pont l’Eveque, seguite da dell’ottimo sidro, oppure fate merenda con una strepitosa torta di mele.

Se a pranzo potete accontentarvi di uno pasto veloce, la sera fate un giro in rue du Vaugeux, l’unica via che ancora mostra le caratteristiche costruzioni normanne. Fermatevi a Le Bouchon du Vaugeux, un ottimo bistrot di cucina francese, presentata in chiave più moderna e creativa. Il menù à la carte non è vastissimo, ma le portate sono ottime e con un buon rapporto qualità prezzo: il menù completo (antipasto, piatto centrale e dessert) vi costerà soli 21€. Oppure poco più il là, troverete il Restaurant Le P’tit B, che racchiude tradizione e modernità, grazie l’edificio a graticcio tipicamente normanno e all’accogliente ed elegante decorazione con travi a vista. La terrazza soleggiata, completa l’atmosfera calda e tranquilla, dove godersi i piaceri della buona tavola. Potrete scegliere tra tre tipologie di menù, elaborate da uno chef stellato, formula che garantisce di non avere sorprese come talvolta accade; infatti, per antipasto, portata principale e dessert vi potranno chiedere da 16€ a 38€.

L’Ambiente caratteristico e la rinomata cucina, sono un richiamo per tanti turisti, ma entrambi i locali non sono molto grandi, perciò è consigliabile la prenotazione, e durante la bella stagione, specificate di volere i posti all’aperto, una cena sotto le stelle … fantastique!

 

Caen Ristorante Le P'tit B

Caen – Ristorante Le P’tit B

Se invece non amate particolarmente potage e paté, sempre in rue du Vaugeux, alla pizzeria Santa Lucia potrete gustare la vera cucina italiana e un’ottima pizza; infatti, il gestore è un simpaticissimo signore originario di Matera. Per la sera, un locale carino è il Veritigo, che trovate in rue Ecuyere. Uno dei migliori bar di Caen, piacevole sia per un caffè che un Happy Hour o per un cocktail; ottima la musica e l’atmosfera, cordiale il personale, trascorrerete delle belle serate!

Com’era Caen prima della Seconda Guerra Mondiale?

Questa deliziosa città durante i bombardamenti del 1944, fu quasi completamente rasa a suolo, ed ora per comprendere come si presentasse, occorre camminare nell’unica, piccolissima zona rimasta intatta, intorno a rue du Vaugeux con i vicoli stretti e le case a graticcio un po’ decadenti, la meno conosciuta rue Froide che nasconde cortili e scaloni di pietra, rue Écuyère con i suoi antiquari e la sua atmosfera retrò.

Quest’anno il 6 giugno, vi saranno le manifestazioni per il 71° anniversario dello sbarco alleato. Un interessante itinerario vi porterà a scoprire tutto sullo sbarco in Normandia. Dal centro di Caen grazie ai tramway potrete facilmente raggiungere le spiagge del D-Day e visitare il Memoriale di Caen, uno dei musei più esaustivi e completi dedicato alla memoria dello sbarco, ma soprattutto è un luogo che celebra la pace universale.

Caen memoriale

Memoriale di Caen – Museo della Pace

Il Memoriale, aperto nel 1988, non si limita solo a raccontare la storia del cosiddetto “giorno più lungo”, ma con fotografie, filmati e manifesti dell’epoca, consente di capire meglio il mondo dal 1914 ad oggi. Particolarmente suggestivo un breve filmato che proietta, affiancandole, le immagini dello sbarco visto dalla parte alleata e dalla parte tedesca. L’estensione del museo e i materiali esposti sono davvero enormi tanto che il biglietto (circa 16€) vale 24 ore, per dare modo di interrompere e riprendere la visita in momenti diversi.

Dopo aver reso omaggio a questo luogo storico, è arrivato il momento di alleggerire i toni del viaggio e dirigersi verso Deauville, una ridente stazione balneare che si affaccia sulla Manica, ove fare due passi sulla spiaggia. Ma per le fashioniste, significa una sola cosa: Gabrielle Bonheur Chanel.

In questa piccola cittadina di mare, Coco, diede un’impronta definitiva al suo stile ispirandosi all’abbigliamento marinaro, ottenendo i suoi primi successi. Lì nel 1913, aprì il suo primo negozio sulla via più esclusiva e lussuosa all’epoca, tra il Casinò e l’Hotel Normandie. Durante la Seconda Guerra Mondiale, le signore parigine si rifugiarono nella località balneare per sfuggire alla guerra, la sua clientela crebbe giorno dopo giorno, sino a renderla Mademoiselle Chanel, la stilista più famosa al mondo.

Gli appassionati di shopping non saranno delusi, infatti, lì come a Caen è un’ attività molto apprezzata!

Innumerevoli possono essere gli itinerari che vi permetteranno di conoscere questa città, lasciandovi spaziare dall’arte, alla storia medievale, moderna e contemporanea, alla natura e all’architettura, con a possibilità di dirigersi verso il Mont Saint Michel, ed eventualmente, sconfinare brevemente nella vicina Bretagna. L’abbazia è situata nel bel mezzo di una baia, ed ogni anno accoglie quasi tre milioni e mezzo di persone tra visitatori, pellegrini e turisti.

Mont Saint Michel

Abazia di Mont Saint Michel

Mont Saint Michel è facilmente raggiungibile attraverso l’autostrada o grazie alle varie compagnie di bus che fanno servizio transfer. È una meta unica, famosissima per il fenomeno naturale delle maree che potrete vedere direttamente dal Monte, dato che si può prenotare e soggiornare lì. Un luogo magico che vi incanterà!

Allora che aspettate? Caen vi attende!

Articoli Correlati