Amici 19: chi è Gabriele Marcianò (biografia, Instagram e curiosità)

di Alberto Muraro

Fra gli studenti di Amici di Maria De Filippi ci sarà anche Gabriele Marcianò! Questo pomeriggio, 16 novembre, è andata in onda su Canale 5 la prima attesissima puntata di Amici 19! Anche quest’anno, il talent show di Maria de Filippi è tornato per regalarci tante, nuove emozioni! Proprio oggi il programma ha preso il via con una puntata registrata nel corso della quale abbiamo conosciuto la classe del talent al completo.

Sempre nella stessa occasione i telespettatori hanno avuto la possibilità di scoprire i nomi dei docenti di Amici 19. La prima è una new entry: stiamo parlando della speaker radiofonica Anna Pettinelli, per la prima volta insegnante di canto. Il secondo è il fascinoso coreografo e ballerino di fama internazionale Timor Steffens, amatissimo dal pubblico. La terza è una colonna portante della trasmissione: stiamo parlando della “terribile” maestra di danza classica Alessandra Celentano! Completano il cast anche Rudy Zerbi e Stash, riconfermati come insegnanti di canto.

Vi ricordiamo infine che il Daytime della trasmissione, in onda dal lunedì al venerdì, vedrà anche quest’anno la conduzione di Marcello Sacchetta e Lorella Boccia.

Ecco chi è Gabriele Marcianò: tutte le curiosità

gabriele marcianò amici 19

 

Clicca qui per trovare tutte le biografie, le curiosità e i profili social degli studenti di Amici 19!

Gabriele Marcianò è nato nel 1995.

Ad oggi, l’artista ha già alle spalle un paio di brani. I pezzi che sono per il momento a disposizione online sono Ti penso continuamente e Re.

Gabriele, che è molto legato alla madre, è attualmente fidanzato. Il ragazzo ha raccontato di lavorare come addetto ai bagagli a Fiumicino e di lavorare 7 giorni su 7. Purtroppo, per motivi economici, non ha mai avuto la possibilità di prendere lezioni di canto.

Qui sotto trovate il testo di Ti penso Continuamente di Gabriele Marcianò.

TESTO COMPLETO:

Io c’ho provato, ho cercato di dirti quello che sentivo
Ma il tuo tono di voce copriva ciò che dicevo
Troppo impegnata per dire: “mi manchi da morire”
Tu troppo presa ad urlare per starmi ad ascoltare
Troppo orgogliosa per ammettere che, forse avevo ragione
Che non faccio più parte di te e che forse
Non c’è più posto dentro il tuo cuore
Che in mezzo alle persone, adesso sono comune
Uno sguardo qualunque, in un volto qualunque
Ma era un giorno qualunque quando ti ho incontrata
Lì mi avevi promesso che ci saresti stata

Sempre
Dimmi che questo non vuol dire niente
Eri l’accordo tra il cuore e la mente
Le luci sono spente
Ti fischiano le orecchie perché sai

TI PENSO CONTINUAMENTE X4

Sono le sei e non ho sonno
Ho un cervello vagabondo
Cerca in ogni ricordo
Tracce di ogni secondo
In cui eravamo insieme
Ci pensi?
Noi stavamo insieme
E se mi perdi per strada adesso non te ne accorgi
Se sto lì per buttarmi tu nemmeno ti sporgi
E ogni mattina risorgi più forte senza di me
Punti la ghigliottina e se l’amore uccide sei la mia assassina
Ora ripenso a tutto ciò ch’è stato detto
A quante volte avrai pensato: “tu sia maledetto”
Io che ti amo da morire e tu mi lasci fare
Dovevi essere il presente ed esserlo per

Sempre
Dimmi che questo non vuol dire niente
Eri l’accordo tra il cuore e la mente
Le luci sono spente
Ti fischiano le orecchie perché sai

TI PENSO CONTINUAMENTE X4

Io mi chiedevo come dio ti avesse concepita
Tu la compagna ideale per la mia mente eremita
In mano io ho una matita tu in pugno hai la mia vita
Stringi più forte che la mia missione è fallita.