Sanremo 2020: promossi e bocciati di questo Festival

di Claudia Lisa Moeller

Sanremo 2020 è finito! Anche questo Festival si è concluso e già ci prepariamo per Sanremo 2021, probabilmente condotto da Fiorello e Amadeus. Come ha spoilerato Fiorello.

Cosa ricorderemo di questo Festival 2020?

    • Morgan/Bugo. Mai era successo che un cantante sul palco dell’Ariston uscisse di scena durante l’esibizione. È quello che ha accaduto giovedì sera. A notte fonda Morgan stravolge il testo della canzone insultando il collega. Bugo destinatario delle offese prende e se ne va. Vengono squalificati i due cantanti. Mai si era vista un’uscita di scena del genere, ovviamente ne parleremo per anni.

    • Piero Pelù ruba una borsetta in platea. Durante la finale il cantante decide di ritrovare l’anima rock. Non solo saltella sul palco come Iggy Pop, entra in scena mezzo nudo, ma decide anche di scippare una signora in sala. Inutile dire che anche questo non si era mai visto a Sanremo.

  • Achille Lauro e i suoi look. La tutina nude look ha sconvolto durante la prima serata, ma anche gli outfit oltre il gender hanno convinto la rete e non solo. Achille Lauro si presenta con una canzone dal ritmo riciclato (ascoltate “Rolls Royce” di Sanremo dell’anno prima), un titolo da estrema destra (“Me ne frego” vedere lo slogan fascista), ma risulta comunque un’icona queer. Neanche questo si era mai visto.
  • Ai Grammy di quest’anno Billie Eilish raccoglie tutti i premi, ma noi ci entusiasmiamo per i Ricchi & poveri che si riuniscono. Tutta Italia canta con le hit del gruppo.
  • Elettra Lamborghini: come non amarla? Sia per la simpatia, sia la spavalderia di salire sul palco di Sanremo.

Diamo due menzioni d’onore di Sanremo 2020.

La prima al figlio di Amadeus: in prima fila, vicino alla mamma, ripreso tutte le sere, niente smartphone o gameboy (esiste ancora?). Non si poteva nemmeno abbioccare, perché veniva ripreso a tradimento ogni due per tre. Pensate se i vostri vi dicessero che potete saltare la scuola per una settimana. Vi portano al mare. Vi dicono così. E poi? Siete trascinati a Sanremo. Ve lo dovete subire tutto, dalla prima fila. Almeno ha guadagnato una maglietta di Ronaldo.

Seconda menzione d’onore a Tiziano Ferro che non ha proprio brillato nel canto, ma sicuramente abbiamo visto un cantante estremamente sensibile. La sua stizza contro Fiorello e anche la sua delusione (in primis verso se stesso) per non aver cantato bene.

Bocciati di Sanremo 2020?

Fiorello, l’ultimo showman della tv italiana. Non si accontenta del ruolo subalterno. Vuole essere lui al centro dello spettacolo, sempre e comunque. Si intromette nella reunion dei Ricchi & Poveri, comanda il suo collega Amadeus e sposta l’attenzione su di lui. Sempre. Forse era la vendetta per quel Sanremo 95 perduto, ma c’era davvero bisogno di oscurare i cantanti e il loro momento? Non si presenta e rende l’onore delle armi a Benigni, il comico della tv italiana.

Le vallette- fidanzate. Sono molto carine, ma non si capisce perché invitare una donna solo perché è la compagna di uno sportivo famoso. Inoltre in un Festival che ha voluto portare l’attenzione sul femminicidio e il ruolo della donna, perché invitare queste due famose fidanzate che non hanno nemmeno speso una parola sulla dignità e la parità della donna? Forse sarebbe stato meglio pagare il cachet a qualche ricercatrice per raccontare cosa significa lavorare in un laboratorio ed essere precaria con un dottorato.

E per te chi sono i promossi e i bocciati di questo Festival di Sanremo 2020?

Articoli Correlati