Sanremo 2020 quinta e ultima puntata: recensione

di Claudia Lisa Moeller
sanremo 2021

Sanremo 2020 è arrivata all’ultima puntata. Come è stata questa puntata? La finalissima di Sanremo 2020 è scoppiettante. Forse sarà stata l’uscita di scena di Morgan a risvegliare pubblico e artisti in gara. Forse è la consapevolezza che ormai Sanremo è finito, ormai è andata. Non si sa, ma l’ultima puntata vede un Ariston reattivo e anche rumoroso.

Guarda il video della vittoria di Diodato!

I cantanti a loro volta non si fanno mancare nulla. Piero Pelù ruba una borsetta ad una spettatrice, Achille Lauro si presenta vestito da regina e bacia il suo chitarrista, Elettra Lamborghini sempre più provocante ha un piccolo guasto tecnico, i Pinguini Tattici Nucleari si divertono sul palco.

La vera sorpresa è Sabrina Salerno che da semplice valletta passa a protagonista per un quarto d’ora. Oscura Diletta Leotta, la quale questa volta si guarda bene dal raccontare della nonna e della torta al mandarino. Sabrina Salerno si esibisce sul palco in tuta di lattice con un corpo di aitanti ballerini. Sabrina Salerno è la conferma che questo è il Festival dei boomers, di quelli che hanno qualche autunno grigio nei capelli, ma che ancora vuole ruggire. Più del monologo di Diletta Leotta contro il tempo poté la rievocazione degli anni ’80 di “Boys, boys”.

Fiorello resta in penombra per quasi tutto il Festival tranne nell’ultimo blocco. Mentre aspettiamo di sapere e conoscere il vincitore di questa edizione Fiorello si esibisce. La platea è tutta sua, la gara (come per tutta questa edizione) è rilegata in un angolo. Nessuno dei finalisti si esibisce nuovamente. Fiorello parla per oltre mezz’oretta dei sintetizzatori, di Ghali, delle differenze trai giovani e i vecchi. Le solite battute sui giocattoli pericolosi che oggi non sono più in commercio, le “bigiate” (ovvero le assenze ingiustificate da scuola) e il passato che era tanto meglio.

Il tema del femminicidio è dimenticato. Non si parla più di violenze sulle donne. Così pare che la prima serata impegnata sia stata un pretesto retorico e nient’altro. Ci sarebbe piaciuto sentire come Sanremo appoggiava e sosteneva case – rifugio per le donne maltrattate.

Vergognoso che Ivan Cottini, il ballerino affetto di SLA, sia stato rilegato nell’ora più tarda. Sono le 2 di notte, la gente o dorme o aspetta stanchissima la fine. Invece di sentire Dileta Leotta “cantare” in siciliano sarebbe stato meglio dare spazio a chi aveva qualcosa da dire.

Nel frattempo l’attesa si allunga. L’emittente televisiva SKY rivela in anticipo il vincitore di Sanremo 2020 e la RAI cerca di correre ai ripari. Ai tempi di Twitter e dei social, però, come contenere il pasticcio che ormai impazza online?

Voto a questa ultima puntata di Sanremo 2020? 7: molti cantanti si risvegliano e possono esibirsi. Fiorello si contiene e lascia anche gli altri essere. Le attività promozionali cinematografiche e televisive rendono tediosa l’attesa per conoscere il vincitore.

E tu cosa ne pensi di questa ultima puntata di Sanremo 2020?

Articoli Correlati