Per essere giovani.. rimanete buoni!

di admin

Quattromila giovani hanno ascoltato le parole del Papa ieri in Piazza Matteotti a Genova, sfidando il maltempo.

Anche questa volta Papa Ratzinger ha scelto di rivolgersi proprio a noi, facendoci riflettere su cosa significhi essere giovani.

Per essere giovani dentro dobbiamo rimanere buoni!
Benedetto XVI augura a tutti di rimanere giovani per sempre, ma non nel senso esteriore del termine è necessario scoprire cosa ci rende giovani dentro, e tenercela stretta!
«la giovinezza non è questione di anni, di vigore fisico, di forma smagliante, di efficienza», spiega il Papa:  giovinezza dovrebbe essere «sinonimo di gioia», anche se «ci sono, purtroppo, dei giovani di anni, ma che sono vecchi dentro, che si trascinano».
Ratzinger prosegue poi ricordandoci quello che significa essere giovani: non si tratta di essere sempre alla moda, ma di scoprire «i valori veri e grandi», che non passano.

«Essere giovani significa aver scoperto le cose che non passano col passare veloce degli anni. Se un giovane scopre i valori veri e grandi, allora non invecchia mai, anche se il corpo segue le sue leggi. Resta giovane sempre nel cuore e irradia giovinezza, cioè bontà».

Una prospettiva controcorrente
Una prospettiva a dir poco controcorrente, quella che ci propone il Papa. Di sicuro opposta a quello che dicono la maggior parte dei media su noi giovani: cioè che siamo superficiali, svogliati, pieni di nulla.. se non addirittura criminali.
Il Papa ci dice, invece, che l’essenza della giovinezza è la bontà, la generosità, la speranza. Solo che a volte ce ne dimentichiamo.

Realismo vs cinismo
Come ha detto il Papa: essere giovani è bello perché «la gioventù ha ancora tutto il futuro davanti a sé» e «il futuro è pieno di promesse», ma per molti «anche pieno di minacce, soprattutto la minaccia di un grande vuoto. Perciò molti vogliono arrestare il tempo per paura di un futuro nel vuoto».

In effetti perché dobbiamo fare “i vecchi” pensando che la nostra vita sia già finita prima di cominciarla, come fanno alcuni giovani “navigati” che sembrano sapere già come sarà il loro futuro? In questo modo ci precludiamo già in partenza ogni possibilità che la vita ci offre!  Va bene essere realisti, ma il cinismo non fa bene proprio a nessuno, men che meno a noi stessi.
Rispondiamo con la speranza a chi vuole ingabbiarci in un futuro nero. Il mondo è come tu lo fai: comportati di conseguenza e non aver paura di diventare grande davvero (sapendo che puoi restare giovane dentro)

Papa Ratzinger suggerisce che è importante «scegliere le vere promesse, che aprono al futuro, anche con rinunce. Chi ha scelto Dio ha ancora nella vecchiaia un futuro senza fine e senza minacce davanti a sé».

Tutto e subito
E che dire della voglia di fare tutto e subito? Siamo sempre a caccia di nuove esperienze e nuove emozioni ma, una volta raggiunto il traguardo, ci passiamo sopra come se non valesse niente e guardiamo subito alla prossima esperienza che ci aspetta, senza nemmeno capire cos abbiamo fatto, senza averla goduta veramente.
Il Papa riassume così il concetto: “le mode si bruciano in un baleno“.
Rispondiamo andando a fondo in noi stessi. Abbiamo mille occasioni per imparare, per vivere nuove emozioni.. e allora viviamole davvero! Non bruciamole in un secondo, cerchiamo di capire cosa significano, poniamoci domande, cerchiamo risposte dentro di noi: il momento di scoprire come siamo è adesso!

Immagini:
1: www.flickr.com
2: www.flcikr.com
3: www.flickr.com

 

 

Scopri il telaio da bici MTB   più adatto a te!

 

Se vuoi conoscere tutto sul mondo della Bici, basta cliccare!

 

Tutte le anticipazioni del Tour de France, in anteprima!

 

Tutti i segreti dell’infallibile fuoriclasse dei nostri tempi: Alberto Contador