Le terrificanti avventure di Sabrina: ecco la recensione della prima puntata

di Elisa Baroni
Le terrificanti avventure di Sabrina

Le terrificanti avventure di Sabrina è disponibile da oggi su Netflix. Questa nuova serie, composta da dieci episodi, ha come produttore esecutivo Roberto Aguirre Sacasa lo stesso di Riverdale. La storia di Sabrina Spellman era stata molto amata dal pubblico nella versione comedy Sabrina, vita da strega. Questa volta le avventure di Sabrina sono raccontata in chiave decisamente più dark.

La protagonista de Le terrificanti avventure di Sabrina è una ragazza orfana metà strega e metà umana. Il padre era un potente stregone e la sua unione con un’umana è stata mal vista da molti. Sabrina cresce a Greendale con le zie Ilda e Zelda e il cugino Ambros e sta per compiere sedici anni. Un compleanno cruciale in cui dovrà decidere se essere strega o umana. Se deciderà di compiere l’Oscuro battesimo dovrà liberarsi di ogni legame significativo con gli umani.

La scelta non è facile perchè Sabrina ha delle amiche, un fidanzato e una vita da umana a cui non sa se è pronta a rinunciare. In attesa della fatidica notte di Halloween Sabrina cerca di fare il possibile per capire cosa sia meglio. Troverà per esempio il gatto Salem che diventerà il suo famiglio, ossia un golem di protezione. Proverà poi a chiedere consigli al cugino e alle zie che le faranno conoscere il sacerdote della congrega. L’atmosfera gotica e retro si concilia bene con l’alone di mistero intorno alla protagonista.

Le terrificanti avventure di Sabrina e il tema del femminismo.

La scuola di Greendale è sottoposta a un regime maschilista e puritano che la ragazza cercherà di sovvertire. Riuscirà per esempio a creare un club per donne che supportano donne chiamato Wicca. Sarà l’ultimo gesto di Sabrina per i suoi amici umani? Sabrina è costantemente divisa tra i drammi e i desideri personali e una realtà occulta e oscura che la circonda.

Nel corso della prima puntata accadono poi alcuni fenomeni un po sinistri. Una misteriosa strega si impossessa del corpo di una professoressa e cerca di manipolare Sabrina. Qualcosa di non umano uccide inoltre un ragazzo della cittadina. Se Sabrina deciderà di entrare nella Chiesa della notte dovrà frequentare L’Accademia di Arti Occulte che ricorda un po Hogwarts. Nel bosco viene “bullizzata” dalle sorelle sinistre che già frequentano l’accademia e la deridono in quanto mezzosangue.

Un primo episodio senza dubbio intrigante che invoglia a continuare la visione. Quale scelta farà Sabrina? Quali conseguenze ci saranno per lei e per gli altri?

E voi avete iniziato a guardare Le terrificanti avventure di Sabrina?