Cosa sono firmacopie, signing session o instore?

di Claudia Lisa Moeller

Volete conoscere il vostro idolo? Nella vostra città si tiene un firmacopie, un instore? Bene, noi vi diamo qualche dritta per preparavi all’evento che vi farà incontrare la Vostra star preferita.

Innanzitutto bisogna distinguere. Il firmacopie vecchio stile anche noto con la versione inglese signing session o autograph session è un momento in cui il vostro cantante, scrittore o sportivo preferito vi firma tutto quello che volete. Vi presentate con il vostro oggetto, anche più di uno, e chiedete la firma. In genere si può portare da casa quello che si vuole. Unica attenzione deve essere un oggetto del merchandise “ufficiale”. Per esempio ad un autograph session può essere che vi rifiutino di firmare un disegno fatto da voi. Potete portare un libro comprato anni prima però. Questa è la signing session. Non si chiede di comprare in loco altri oggetti in genere e potete anche far firmare più cose. Magari per la seconda opzione vi verrà richiesto di fare nuovamente la coda, specie se avete tanti oggetti che volete avere firmati.

Come questa scrittrice avverte in genere nelle signing session non si compra in loca niente, ma sostiene che queste sono politiche che dipendono dai negozi in cui si svolge l’evento. Avverte, pertanto, che di base in un firmacopie non devi comprare nulla, al massimo dovete farlo in alcuni casi su espressa richiesta del negozio.

Gli instore poi sono una pratica che ha molto successo in Italia e anche il nome, per quanto suoni inglese, non ha equivalenti nel mondo anglosassone. Cosa sono gli instore? Sono delle giornate organizzate in genere da librerie (come Mondadori e Feltrinelli) nelle quali potete incontrare il vostro idolo. Per incontrarlo vi verrà richiesto su pagine apposite di comprare un certo prodotto del vostro artista del cuore e, acquistando quel prodotto, avrete un magico e gratuito pass. Il pass vi darà il diritto di poter incontrare il vostro artista preferito. Facciamo un esempio. Benji e Fede in questi giorni sono impegnati negli instore per l’Italia. Ciò significa che dovete accertarvi dove andranno, comprare la copia del cd esatta che viene pubblicizzata e proposta dalla libreria in cui saranno per tempo e potrete ottenere così il vostro pass. Più l’artista è noto e richiesto, più vi conviene muovervi prima per ottenere i pass.

Infatti la Mondadori, nella loro pagina ufficiale Facebook, ricordano che non sanno quanto sarà disponibile il pass allegato al prodotto da comprare per ottenerlo. Quindi per tornare a Benji e Fede è molto probabile vi dobbiate muovere qualche giorno prima per ottenere i magici pass. Essendo comunque gli instore dei firmacopie, ovviamente gli artisti vi scriveranno un autografo. Autografo, però, sull’oggetto che avevate comprato con il pass. Questa è la prima grande differenza con i normali firmacopie.

https://www.instagram.com/p/BL5_yezj3Hx/?taken-by=violaclara11&hl=it

Inoltre il pass, vi avvertiamo, non significa che non farete coda. Significa solo che avrete la possibilità di essere tra quelle o quelli che riceveranno l’autografo. Forse anche il selfie o foto con il proprio artista preferito. Questo dipende dal vostro artista.

I pass con il prodotto da acquistare si comprano fisicamente nel negozio. Solo da quando sono aperte le vendite. Se i pass sono finiti, sono finiti. Potete quindi sperare che il vostro artista dopo aver finito il suo turno all’instore, sia tanto buono e non troppo cotto da firmarvi la vostra copia.

Quindi questa è la differenza tra instore e i “vecchi” firmacopie.

Altre regole su come comportarsi sono legate all’artista. Insomma se venite a sapere che Benji e Fede non vogliono il rossetto, presentatevi senza rossetto.

Vi è stata utile questa guida ai firmacopie?