Comics Time: Superman e Batman, due eroi tra luce ed ombra

di Marco Della Corte
Comics Time: Superman e Batman, due eroi tra luce ed ombra

Il mondo ha bisogno di eroi, persone dalla morale e dai valori esemplari che, tramite le loro gesta, ci danno insegnamenti ed ispirazione per divenire nel nostro piccolo delle persone migliori. Negli ultimi anni, l’universo dei comics ha ricevuto una nuova linfa vitale, grazie anche al mondo del cinema. Sicuramente, tra USA e Giappone, abbiamo conosciuto molti di questi baldi guerrieri che combattono il male, per proteggere i sorrisi della gente: Goku, i Power Rangers, Spider Man, i Cavalieri dello zodiaco, ma anche i supereroi made in DC, come Superman e Batman. In questo articolo ci occuperemo proprio di questi due, protagonisti negli ultimi mesi, di un film che ha visto collidere le due icone del fumetto internazionale.

Comics Time: Batman, un eroe che si mimetizza nell’oscurità

Chi non conosce Bruce Wayne? Lui è un uomo che apparentemente ha tutto: soldi, bellezza e belle donne. Insomma, almeno all’esterno la vita di Bruce sembrerebbe invidiabile, tutti vorremo essere al suo posto, almeno all’apparenza… In realtà, il povero Bruce non ha avuto affatto una vita facile come si potrebbe pensare. In tenera età, vide i genitori essere uccisi da un malvivente, lasciando il piccolo orfano. Tuttavia, proprio a causa di questa disgrazia, Gotham avrebbe visto anni dopo, la nascita di uno dei più grandi eroi della storia dei comics: Batman. L’uomo pipistrello, creato da Bob Kane negli anni ’40, ha sete di giustizia e di libertà, lotta per il bene comune, tuttavia, i suoi metodi potrebbero essere considerati discutibili.

Batman non si fa scrupoli  infatti a torturare i malvagi. I suoi metodi appaiono forse “fascisti”, ma non è così.  Batman è forse uno dei personaggi  fittizi più realistici e meno edulcorati. Egli sa bene che il lieto fine non è affatto scontato e che la vita non è certo una fiaba. Il male esiste in tutta la sua volgarità e perversione I malvagi non possono dunque essere trattati con i guanti, limitandosi ad ammanettarli e tenerli in prigione qualche mese, per poi liberarli facendoli tornare alla loro vita infame. Batman preferisce le “maniere forti”. Per lui è inconcepibile scendere a patti con il male, deve essere semplicemente estirpato.

Comics Time: Superman, il classico eroe senza macchia

Superman, Clark Kent, Kal-El. L’eroe più famoso di tutti i tempi lo conosciamo con queste tre identità. Un kryptoniano arrivato sulla terra da neonato e adottato dai coniugi Kent, proprietari di una fattoria a Smallville. Crescendo, Clark inizia a dimostrare poteri sovrannaturali, che solo la gente del suo pianeta (oramai estinta) era in grado di usare. Superman è un eroe buono, senza macchia e senza paura. Lotta in nome della giustizia come il suo amico e collega Bruce/Batman, ma in maniera più “soft”. A differenza dell’uomo pipistrello, l’uomo d’acciaio non odia necessariamente i suoi nemici. Se notiamo, il kryptoniano ha molte analogie con Goku, il protagonista di Dragon Ball. Entrambi sono alieni cresciuti sulla terra, hanno un carattere bonario e non lottano con l’intento di uccidere l’avversario, almeno inizialmente.

Del resto, non è un segreto che Akira Toriyama nutra un grande culto per il personaggio della DC e che si sia ispirato a lui per caratterizzare Goku nella sua versione adulta. Tornando a Superman, egli a differenza di Batman, ha inoltre un carattere ed un aspetto di gran lunga più rassicuranti. Non dobbiamo però  fare l’errore di pensare che il kryptoniano sia più temibile del giustiziere di Gotham, per la sua forza erculea e per il fatto di avere dei poteri innati. Grazie alle sue ricchezze, Bruce Wayne può infatti contare su tecnologie avanzatissime che lo rendono invincibile. Da non dimenticare poi, che anche Batman può  vantare un fisico possente e forzuto, forgiato dai lunghi anni di allenamento in varie dispìcipline fisiche, tra cui le arti marziali.

Lo stesso Superman dichiarò una volta che non avrebbe mai voluto avere Batman come nemico, in quanto sarebbe un avversario fiero e pericoloso.

Comics Time: Gotham e Metropolis, due facce della stessa medaglia?

Per comprendere la differenza caratteriale e morale di Batman e Superman, dobbiamo in primis esaminare i contesti in cui i due sono cresciuti. Gotham, la città di Bruce Wayne (che altri non è se non una copia di New York) è una città decadente, sporca, gretta in cui passato e presente si fondono dando vita ad un’ambientazione anacronistica. Gotham è l’inferno sulla terra, la città del crimine e della perdizione. Una metropoli in cui la stessa polizia era un tempo in mano al re della criminalità locale, Carmine Falcone, finchè un giovane detective, James Gordon, non ha iniziato a cambiare la situazione. Metropolis, città in cui agisce Superman, è invece una “terra delle opportunità”.

Metropolis, rappresenta il sogno americano, il simbolo di tutti gli elementi positivi caratterizzanti gli Stati Uniti. Nonostante qui il crimine non manchi (Lex Luthor in primis) si possono notare fin da subito le differenze rispetto a Gotham: è una città ipertecnologica, che guarda al futuro, lo stile di vita delle persone è di gran lunga migliore e per gli abitanti del luogo, lo stesso Superman rappresenta un vanto, un vero e proprio fiore all’occhiello. “L’ottimismo è il profumo della vita”, un adagio caro non solo al compianto Tonino Guerra, ma anche ai cittadini di Metropolis.

Voi cosa ne pensate? Tra questi due eroi dei comics, preferite il meno ipocrita Batman o il più “buonista” Superman?