Colloquio di lavoro: tutte le dritte per fare colpo!

di admin

Un colloquio di lavoro è un appuntamento importante nella vita di tutti coloro che si affacciano al mondo delle professioni. Che sia il primo o l’ennesimo tentativo, bisogna seguire una certa etichetta per fare in modo di colpire chi si trova di fronte così da avere buone chance di essere assunti. Ma cosa bisogna fare esattamente ad un colloquio di lavoro? Tutto va curato nei minimi particolari: dall’abbigliamento al curriculum, nulla va lasciato al caso. Gli esaminatori sono ben attenti a certi particolari che non si lasciano certo sfuggire! Ecco, allora, le dritte su come presentarsi al meglio agli occhi dei possibili futuri datori di lavoro.

La prima cosa da fare è quella di elaborare un buon curriculum vitae da inviare all’azienda: è il primo passo per essere chiamati a sostenere il colloquio di lavoro. Cosa bisogna fare per far si che il cv non venga scartato? Innanzitutto è importante delineare chiaramente le proprie competenze senza dimenticare di inserire le esperienze precedenti (se ce ne sono, ovviamente, ndr). È molto importante essere chiari, incisivi e diretti, senza perdersi in infiniti giri di parole. Idem per la lettera di presentazione. Il motivo è presto detto: i processi di selezione del personale sono molto lunghi (avete idea di quanti cv arrivano ad un’azienda in cerca di collaboratori?, ndr) ed è per questo che i curriculum devono essere quanto più sintetici è possibile per facilitare il compito agli esaminatori. Inoltre, buone doti riassuntive sono gradite in determinati contesti: questo vuol dire un altro punto a vostro vantaggio.

Quando arriva il momento di presentarsi al colloquio di lavoro non c’è bisogno di andare in panico: basta seguire poche dritte ed il gioco è fatto. Ricordate di vestire adeguatamente alla situazione senza cadere in errori di stile. Da evitare, quindi, colori fluo, t-shirt, jeans, scarpe da ginnastica o simili, accessori troppo vistosi. Meglio puntare su colori tenui (mai il total black, ndr) e capi come camicette, tailleur e scarpe col tacco non troppo alto. Mani curate (niente nail art o cose simili, meglio una semplice french manicure, ndr) e trucco leggero completeranno il look. Come comportarsi al colloquio, invece? Una stretta di mano vigorosa è il primo passo per mostrare decisione e carattere. Alle domande è bene rispondere in modo esaustivo e chiaro senza sminuire i lavori fatti in precedenza o, al contrario, vantarsi troppo: è sempre bene trovare il giusto equilibrio tra le due cose. Cortesia e gentilezza completano il quadro. Ultimo avvertimento: ricordatevi di spegnere il cellulare! Ora che avete tutti gli strumenti a disposizione non vi resta che mettere in pratica quanto detto: in bocca al lupo!

Ci farete sapere se avrete ottenuto il lavoro dei vostri sogni con questi consigli?