Benjamin Mascolo si sfoga sui social: cosa sta succedendo?

di Alberto Muraro

Benjamin Mascolo ha messo mano ai suoi profili social pochissime ore fa per manifestare, in modo piuttosto sospetto, una certa insofferenza.

Nel post, finito sia su Facebook sia su Instagram, Benji sembra voler parlare del bisogno di esprimere sé stesso in barba alle imposizioni esterne. Le sue parole fanno riferimento ad un “male di vivere” che non ci saremmo mai aspettati sarebbe potuto uscire dalla sua penna.

Proprio di recente, come vi avevamo raccontato qui, Benji e Fede hanno deciso di prendersi una pausa dalle scene, anticipata però da un ultimo tour nei club. Che lo sfogo di Benji dipenda proprio da una stanchezza latente e dal bisogno di allontanarsi per un po’ di tempo dal mondo dello spettacolo?

Qui sotto il trovate lungo sfogo social di Benjamin Mascolo!

Pensandoci bene credo che il più grande viaggio nella vita di un essere umano sia quello alla ricerca di se stessi, e quindi ogni singola scelta che facciamo quotidianamente sia come un piccolo passo avanti o indietro, per avvicinarsi o allontanarsi dal proprio nucleo interiore.

L’unico modo per guarire dal mio mal di vivere sta diventando allineare quanto più precisamente e umanamente possibile i miei pensieri e le mie azioni verso una direzione unica: la ricerca della più onesta a cruda verità interiore, che appartiene a ognuno di noi singolarmente fin dalla nascita, ma spesso trascuriamo al punto di dimenticarci chi siamo.
E così ci svegliamo un giorno e ci rendiamo conto di avere un lavoro che odiamo, una moglie che non amiamo, amici che non ci capiscono e figli che non ci sopportano.

Intendiamoci bene: non penso ci sia una grande cospirazioni in stile illuminati con l’obiettivo finale di controllarci come burattini e fotterci tutti. Semplicemente ci mettiamo a novanta e ci fottiamo da soli, decidendo di farci corrompere da cose poco importanti come soldi, gloria, e altri concimi per il proprio ego personale.

Non voglio andare dove tira il vento baby, e se il prezzo da pagare sarà una vita più umile ma vera, essere chiamato e considerato un pazzo diventerà simbolo del mio successo e lo accetterò con il sorriso.

View this post on Instagram

Pensandoci bene credo che il più grande viaggio nella vita di un essere umano sia quello alla ricerca di se stessi, e quindi ogni singola scelta che facciamo quotidianamente sia come un piccolo passo avanti o indietro, per avvicinarsi o allontanarsi dal proprio nucleo interiore. L’unico modo per guarire dal mio mal di vivere sta diventando allineare quanto più precisamente e umanamente possibile i miei pensieri e le mie azioni verso una direzione unica: la ricerca della più onesta a cruda verità interiore, che appartiene a ognuno di noi singolarmente fin dalla nascita, ma spesso trascuriamo al punto di dimenticarci chi siamo. E così ci svegliamo un giorno e ci rendiamo conto di avere un lavoro che odiamo, una moglie che non amiamo, amici che non ci capiscono e figli che non ci sopportano. Intendiamoci bene: non penso ci sia una grande cospirazioni in stile illuminati con l’obiettivo finale di controllarci come burattini e fotterci tutti. Semplicemente ci mettiamo a novanta e ci fottiamo da soli, decidendo di farci corrompere da cose poco importanti come soldi, gloria, e altri concimi per il proprio ego personale. Non voglio andare dove tira il vento baby, e se il prezzo da pagare sarà una vita più umile ma vera, essere chiamato e considerato un pazzo diventerà simbolo del mio successo e lo accetterò con il sorriso. [foto da poser musicista fico in allegato]

A post shared by Benjamin Mascolo (@b3nm) on

Che cosa ne pensate delle parole di Benjamin Mascolo? Secondo voi che cos’è successo all’artista per averlo spinto a scrivere queste parole?

Articoli Correlati