Autore: enzo jannacci

enzo jannacci – Sensa de ti

Debout devant ses illusions Une femme que plus rien ne dérange Détenue de son abandon Son ennui lui donne le change Que retient elle de sa vie Qu’elle pourrait revoir en peinture Dans un joli cadre verni En évidence sur un mur Un mariage en Technicolor Un couple dans les tons pastels Assez d’argent sans trop d’efforts Pour deux trois folies mensuelles Elle a rêvé comme tout le monde Qu’elle tutoierait quelques vedettes Mais ses rêves en elle se fondent Maintenant son espoir serait d’être Juste quelqu’un de bien Quelqu’un de bien Le c?ur à portée de main Juste quelqu’un de bien Sans grand destin Une amie à qui l’on tient Juste quelqu’un de bien Quelqu’un de bien Il m’arrive aussi de ces heures Où ma vie se penche sur le vide Coupés tous les bruits du moteur Au dessus de terres arides Je plane à l’aube d’un malaise Comme un soleil qui veut du mal Aucune réponse n’apaise Mes questions à la verticale J’dis bonjour à la boulangère Je tiens la porte à la vieille dame Des fleurs pour la fête des mères Et ce week-end à Amsterdam Pour que tu m’aimes encore un peu Quand je n’attends que du mépris A l’heure où s’enfuit le Bon Dleu Qui pourrait me dire si je suis Juste quelqu’un de bien Quelqu’un de bien Le c?ur à portée de main...

Read More

enzo jannacci – Prete Liprando E Il Giudizio Di Dio

(Parlato) Faceva il palo nella banda dell’Ortica, ma era sguercio, non ci vedeva quasi pi?, ed ? stato cos? che li hanno presi senza fatica, li hanno presi tutti, quasi tutti, tutti fuori che lui. (cantato) Lui era fisso che scrutava nella notte, quand ? passa’ davanti a lu un carabinier insomma un ghisa, tri cariba e un metronotte: nanca una piega lu la fa, nanca un plisse’. Faceva il palo nella banda dell’Ortica, faceva il palo perch? l’era il so mest?. (parlato) Cos? precisi come quei della Mascherpa sono rimasti l? i suoi amici a veder i carabinieri, han detto “Ma come, brutta lugia vaca porca, il nostro palo, bruta bestia, ma dov’? ??” (cantato) Lui era fisso che scrutava nella notte, l’ha vist na gota, ma in cumpens l’ha sentu nient, perch? vederci non vedeva un autobotte, per? sentirci ghe sentiva un acident. Faceva il palo nella banda dell’Ortica, faceva il palo con passione e sentiment. Ci sono stati pugni, spari, grida e botte, li han mena’ via che era gi? mort quasi mesd?, lui sempre fisso che scrutava nella notte perch? ci vedeva i stess de not cume del d?. (parlato) Ed ? l? ancora come un palo nella via, la gente passa, gli d? cento lire e poi, poi se ne va…lui circospetto guarda in giro e mette via, ma poi borbotta perch? ormai l’?...

Read More

enzo jannacci – Il cane coi capelli

(Parlato) Faceva il palo nella banda dell’Ortica, ma era sguercio, non ci vedeva quasi pi?, ed ? stato cos? che li hanno presi senza fatica, li hanno presi tutti, quasi tutti, tutti fuori che lui. (cantato) Lui era fisso che scrutava nella notte, quand ? passa’ davanti a lu un carabinier insomma un ghisa, tri cariba e un metronotte: nanca una piega lu la fa, nanca un plisse’. Faceva il palo nella banda dell’Ortica, faceva il palo perch? l’era il so mest?. (parlato) Cos? precisi come quei della Mascherpa sono rimasti l? i suoi amici a veder i carabinieri, han detto “Ma come, brutta lugia vaca porca, il nostro palo, bruta bestia, ma dov’? ??” (cantato) Lui era fisso che scrutava nella notte, l’ha vist na gota, ma in cumpens l’ha sentu nient, perch? vederci non vedeva un autobotte, per? sentirci ghe sentiva un acident. Faceva il palo nella banda dell’Ortica, faceva il palo con passione e sentiment. Ci sono stati pugni, spari, grida e botte, li han mena’ via che era gi? mort quasi mesd?, lui sempre fisso che scrutava nella notte perch? ci vedeva i stess de not cume del d?. (parlato) Ed ? l? ancora come un palo nella via, la gente passa, gli d? cento lire e poi, poi se ne va…lui circospetto guarda in giro e mette via, ma poi borbotta perch? ormai l’?...

Read More

enzo jannacci – Ci Vuole Orecchio

E la bobina continua a girare sì ma la base va avanti anche da sola e noi che abbiamo tutta la voce in gola? Ma senza base non si può cantare, e con la base non si può stonare, non si puo` sbagliare. Perche`… Perche` ci vuole orecchio, bisogna avere il pacco immerso, intinto dentro al secchio, bisogna averlo tutto, anzi parecchio… Per fare certe cose E la bobina continua a girare sì ma la base va avanti anche da sola e noi che abbiamo tutta la voce in gola? Ma senza base non si può cantare, e con la base non si può stonare, non si puo` sbagliare. Perche`… Perche` ci vuole orecchio, bisogna avere il pacco immerso, intinto dentro al secchio, bisogna averlo tutto, anzi parecchio… Per fare certe cose ci vuole orecchio! Bisogna avere orecchio, bisogna avere il pacco immerso, immerso dentro al secchio, bisogna averlo tutto, anzi parecchio… Per fare certe cose ci vuole orecchio! Eh, dal vivo oggi non si può più suonare, l’orchestra e` ormai quattro battute dopo I fiati hanno già fatto il loro gioco, anche il sassofono va via in gol e lascia fare, e noi come dei pirla qui a provare, ma con l’orchestra non si puo` sbagliare, perche`… Perche` ci vuole orecchio bisogna avere il pacco immerso, immerso dentro al secchio, bisogna averlo tutto, anzi parecchio… Per fare certe...

Read More

enzo jannacci – Per un basin

Dai dai, conta su…ah be, sì be…. – Ho visto un re. – Sa l’ha vist cus’e`? – Ha visto un re! – Ah, beh; si`, beh. – Un re che piangeva seduto sulla sella piangeva tante lacrime, ma tante che bagnava anche il cavallo! – Povero re! – E povero anche il cavallo! – Ah, beh; si`, beh. – è l’imperatore che gli ha portato via un bel castello… – Ohi che baloss! – …di trentadue che lui ne ha. – Povero re! – E povero anche il cavallo! – Ah, beh; sì, beh. – Ho visto un vesc… – Sa l’ha vist cus’e`? – Ha visto un vescovo! – Ah, beh; si`, beh. – Anche lui, lui, piangeva a calde lacrime, faceva un gran baccano, mordeva anche una mano. – La mano di chi? – La mano del sacrestano! – Povero vescovo! – E povero anche il sacrista! – Ah, beh; si`, beh. – e` il cardinale che gli ha portato via un’abbazia… – Oh poer crist! – …di trentadue che lui ce ne ha. – Povero vescovo! – E povero anche il sacrista! – Ah, beh; si`, beh. – Ho visto un ric… – Sa l’ha vist cus’e`? – Ha visto un ricco! Un sciur! – S’…Ah, beh; si`, beh. – Il tapino lacrimava su un calice di vino ed ogni go-, ed ogni goccia andava…...

Read More

Speciale Maggie & Bianca

Maggie e Bianca - logo ginger

Video della settimana

WOW! Il Diario delle Tea Sisters

Video Recenti

Loading...