Social Dream: il film sulla vita degli youtuber italiani

di Federica Marcucci

Che cosa hanno in comune Favij, I Mates e LaSabriGamer? Sono giovani, amano la tecnologia e sono stati in grado di ritagliarsi un posto tutto loro sul web. Un’avventura che sarà raccontata in Social Dream, film in cui saranno narrate le vite e le vicende degli youtuber italiani più famosi e amati dal pubblico.

Un progetto annunciato appena ieri, le cui riprese prenderanno il via tra qualche settimana. Nel film, concepito come una sorta di documentario, non vedremo attori, bensì gli stessi youtuber che racconteranno se stessi e le proprie esperienze al grande pubblico. Una vera e propria narrazione in presa diretta che porterà la firma di Tak Kuroha, sceneggiatore e regista di videoclip, spot, fashion film e web series nato a Tokyo e cresciuto a Milano.

Il progetto di Social Dream è prodotto da Sky, Indiana Production e Web Stars Channel. Il film uscirà nei cinema nel 2018.

Ecco chi saranno i protagonisti di Social Dream:

Favij (Lorenzo Ostuni):  è la star italiana del Web con più iscritti al suo canale. FavijTV è nata quasi 5 anni fa e ora sfiora i 4 milioni di fan. A soli 16 anni è riuscito a trasformare la sua passione per il gaming in un canale di successo e nel 2014 è stato il primo italiano ad aggiudicarsi il Google Golden Button, premio attribuito a chi riesce a superare il milione di iscritti sul proprio canale YouTube

I Mates – gruppo formato da Anima (Sascha Burci), St3pny (Stefano Lepri), SurrealPower (Salvatore Cinquegrana) e Vegas (Giuseppe Greco) – è la formazione di youtuber più seguito del web, anche loro appassionati di videogames. Hanno già pubblicato un libro da oltre 100.000 copie in cui parlano della loro amicizia nata sul web e ideato
una loro linea di abbigliamento.
LaSabriGamer (Sabrina Cereseto), un passato da modella, diventa una delle youtuber più seguite in Italia, capace di unire la passione per i videogiochi (e per gli animali) con l’approfondimento di argomenti più delicati e cari ai giovani. È autrice di un libro e ha all’attivo numerose collaborazioni.
Che cosa ne pensate di questo film?