La canzone del cornetto Algida 2017 è firmata Tiziano Ferro (audio, testo e significato)

di Alberto Muraro

Dopo lo straordinario successo di Vorrei ma non posto di Fedez e J-AX, la Algida, nota azienda produttrice di gelati, ha deciso di puntare su un altro cavallo di razza per la colonna sonora del suo nuovo spot: la scelta è infatti ricaduta su Lento/Veloce, il terzo singolo di Tiziano Ferro estratto dal bellissimo disco Il mestiere della vita.

La conferma è arrivata poche ore fa tramite il profilo social di Emanuele Dabbono, autore del testo del pezzo di Ferro (e del singolo Il Conforto) che ha rivelato la notizia pubblicando sul suo profilo Facebook la relativa notizia riportata sul sito fan TfDairy. A dare qualche dettaglio in più su questa inedita collaborazione è il sito Rockol, che in questa occasione ha avuto il piacere di intervistare Dabbono.

Il pezzo di Tiziano Ferro scelto per lo spot del Cornetto Algida 2017 (in arrivo nei prossimi giorni) è una canzone fresca ed estiva con un ritornello perfetto per diventare uno dei tormentoni della prossima estate: il pezzo racconta degli alti e i bassi di una relazione, dove ogni azione deve essere calibrata in funzione dell’altro, delle sue aspettative e delle sorprese che la controparte può presentare.

Qui sotto audio e testo di Lento/Veloce di Tiziano Ferro: sarà tormentone?

Testo

Scriverti è facile, è veloce
Per uno come me
Non temo mai le conseguenze, amo le partenze
Ridere è difficile, è lento
E fosti un imprevisto
Un angelo in un angolo mi strappò un sorriso vero
Starò ancora bene veramente veloce o lento
Appena smetterò di domandarmelo suppongo
Perderti fu facile, fu veloce
Arreso al terrore
Che dopo poche ore
Mi chiamavi amore
L’estate è tornata e chiede di te
Ritorna senza avvisare, non dirmelo
Imparo lento e sbaglio veloce
Quindi devo ripeterlo
Ti amo amore mio
E non pensare e niente
A te ci penso io
Perdermi è facile, davvero veloce
Per chiunque mi stia accanto
Apprezzo il tentativo e mentre parli
Sto già andando
Stare insieme è assurdo, è lento
È un dazio che l’amore
Concede al terrore di restare soli
Cancellare ogni viaggio pur di non vederti andare via per sempre
È cosa facile è cosa velocissima
È cosa stupidissima
È lento reprimere un progetto in prospettiva dell’aspettativa
Di parlare solamente al plurale, è inutile
Non lo vorrò mai
L’estate è tornata e chiede di te
Ritorna senza avvisare, non dirmelo
Imparo lento e sbaglio veloce
Quindi devo ripeterlo
Ti amo amore mio
E non pensare a niente
Amore io ti amo
Da quando mi fu concesso il tempo
Ma ritorna e
Decidi tu se veloce o lento
Questa estate non vuole aspettare
Ritorna da me ritorna quando vuoi tu
Amo lento e corro veloce
Quindi ora mi fermo qui
Ti amo amore mio
E non pensare a niente
A te ci penso io
Ci penso io