Kanye West si candida a presidente USA 2020: ma può davvero farlo?

di Alberto Muraro
Kanye West

Era il 2016. Kanye West saliva su palco dei VMA a New York per tenere un discorso che avrebbe fatto la storia. Il rapper di Atlanta, che ormai conosciamo molto bene per i suoi “colpi di testa”annunciava che nel 2020 si sarebbe candidato a presidente USA.

Kanye West's Moment | 2016 Video Music Awards | MTV

Sembrava una follia, l’ennesima di un artista che in sé rappresenta alla perfezione il concetto di genio e sregolatezza. Eppure, Kanye West alla fine l’ha fatto per davvero. Con un tweet pubblicato in concomitanza con il 4 luglio, festa di Indipendenza americana, Kanye ha annunciato che si candiderà alle elezioni 2020.

 

Abbonati subito a Disney Plus e guarda tutti i tuoi film e serie tv preferiti! Clicca qui!

kanye west

 

Dobbiamo oggi realizzare la promessa dell’America credendo in Dio, unificando la nostra visione e costruendo il nostro futuro. Mi candido a presidente degli Stati Uniti.

La dichiarazione shock di Kanye West ha ovviamente lasciato tutti senza parole e, in parallelo, ha già trovato i suoi primi sostenitori. Elon Musk, il magnate proprietario di Tesla, ha già annunciato che supporterà la sua campagna presidenziale (forse anche da un punto di vista finanziario).

Considerato che Kanye West di esperienza politica non ne ha (no, i colloqui con Donald Trump non valgono) e che le elezioni si terranno a novembre, sorge spontanea una domanda. Ma è davvero possibile che Kanye West si candidi a presidente degli Stati Uniti nel 2020?

Kanye West presidente degli USA nel 2020: ma come è possibile?

La risposta a questa domanda è sì, è possibile. Ma con tutte le dovute limitazioni del caso. I tempi per potersi candidare come rappresentante del partito Repubblicano o di quello Democratico sono scaduti da un pezzo.



Kanye West, dunque, si potrebbe presentare alle elezioni solo come rappresentante di un ideale terzo partito indipendente. Non sarebbe questa in ogni caso la prima volta. Nel 1992 l’eccentrico miliardario Ross Perrot fece lo stesso, portandosi a casa il 19% dei voti. Nel 2000 lo stesso avvenne con il candidato “verde” Ralph Nader, che si portò a casa un misero 3%.

Anche la candidatura indipendente, in ogni caso, presenta un certo grado di limitazioni. Considerato il sistema elettorale statunitense, ci sono alcuni stati come il Texas (fra i più importanti) dove West non si potrebbe nemmeno registrare come candidato. Le sue chance di poter effettivamente diventare presidente USA, alla luce dei fatti, restano dunque molto limitate.

Al di là dell’assurdità apparente di questa candidatura va segnalato un altro aspetto davvero molto interessante. Se Kanye West dovesse diventare presidente degli USA, Kim Kardashian sarebbe la first lady! Chissà cosa ne pensa Taylor Swift!

 

Articoli Correlati